La Madernassa a Guarene ha scritto una nuova storia

4 min di lettura

Udite, udite! Alla Madernassa si mangia in maniera più piacevole rispetto agli anni passati! Sembra davvero un paradosso visto che stiamo parlando di uno dei ristoranti più premiati in Italia, icona della cucina piemontese moderna con ben 2 Stelle Michelin assegnate nel 2019.

“In maniera più piacevole, non meglio” specifica Giuseppe D’Errico, Executive Chef de La Madernassa dal 2021, “non è una mia opinione ma è quello che dicono i clienti, dopo essere stati da noi ed essere tornati.”

Una gran bella soddisfazione per Chef e proprietà che si sono trovati a far fronte in brevissimo tempo ad una dipartita non annunciata che ha lasciato La Madernassa senza le brigate di sala e cucina, senza prospettive e chissà con quante altre problematiche.

Ma chiudiamo definitivamente questo capitolo che, a volerlo raccontare edulcorato, è davvero poco bello. Guardiamo al presente e al futuro.

Giuseppe D’Errico

Giuseppe D’Errico è rientrato dalla Svizzera, dove stava lavorando “alla grande” con proposte dorate in divenire e ha portato con sé il fratello Francesco, ottimo professionista che ha mollato una brillante carriera per seguirlo in questa sfida un po’ folle. Ha quindi riorganizzato in tempi record la cucina, ha selezionato, insieme ai proprietari Fabrizio Ventura e Ivan Delpiano una brigata di sala scelta fra i professionisti migliori in circolazione ed ha dettato le regole della new wave: servizio impeccabile ma rilassato, possibilità di personalizzare i percorsi di degustazione eliminando la carta, tempi di servizio decisamente ridotti rispetto alle abitudini dei frequentatori dei ristoranti stellati, quindi niente più attese interminabili perché l’attenzione verso la clientela passa anche attraverso il benessere scandito dai tempi di permanenza.

Risultato; innanzitutto una Stella Michelin riconosciuta immediatamente, altri importanti riconoscimenti e poi l’immenso piacere di vedere le persone uscire soddisfatte e tornare e ancora ritornare.

Possiamo tranquillamente affermare che D’Errico è l’uomo giusto al momento giusto. Per conoscerlo un po’ potete leggere il mio ritratto qui: https://www.oltreifornelli.com/notizie/1375047226095860_660975212838853

Ma, riassumendo, Giuseppe D’Errico nasce in provincia di Caserta a Succivo, studia con brillanti risultati al liceo scientifico ma sente forte il richiamo della cucina, probabilmente anche grazie ad un papà grande appassionato di materie prime e di ristorazione e alle attività della sua famiglia che conta ben cinque generazioni di macellai di altissima qualità.

Giuseppe ha indubbiamente anche grandi doti personali ed un carattere forte nel superare le avversità e molto deciso nel perseguire i suoi sogni e i suoi desideri.

Dopo un periodo di stage formativi e gli studi all’ALMA, parte per la Francia dove rimarrà nove anni e riuscirà a ritagliarsi una posizione alla quale solo pochi possono aspirare; affiancare l’immenso Michel Troisgros nella sua prestigiosa Maison, tre stelle Michelin dal 1968.

Giuseppe D’Errico si fermerà sei anni, perfezionando le sue capacità in maniera potente. Seguiranno cinque anni in Svizzera, altro luogo dove l’alta cucina è molto ricercata anche in sfumature originali e glamour.

Rientrato in Italia grazie all’inaspettata richiesta di prendere in mano le redini de La Madernassa, D’Errico ha iniziato un racconto culinario che parte dalla terra, con l’orto, la serra, il vigneto e il frutteto e dalle materie prime che seleziona esclusivamente in prima persona, per costruire una proposta di altissima definizione, meticolosa e creativa ma mai incomprensibile e con un linguaggio internazionale, dove il gusto è il senso che punta dritto all’obiettivo di regalare emozioni e lasciare un ricordo indelebile.

Una cucina che non solo merita i risultati fin qui ottenuti, ma guarda avanti… anzi, è già oltre.

La Madernassa

Guarene (CN) Località Lora 2/3

Tel. 0173 611716

www.lamadernassa.it – info@lamadernassa.it

Testo e foto di Clara Mennella – ASA