La pasticceria per tutti di Frau Knam

2 min di lettura

Quale misterioso filo sottile può legare il mondo della danza a quello della pasticceria? Entrambi sanno offrire serenità e gioia allo spirito.

E’ questo quanto emerso dall’incontro tra Frau Knam autrice del libro “La pasticceria per tutti” e il suo intervistatore Samuel Peron, maestro di danza e storico volto di Ballando con le stelle, avvenuto recentemente nei luminosi spazi della Libreria Mondadori Duomo di Milano.

Per Alessandra Mion, in arte Frau Knam, veneziana di origine ma milanese di adozione, preparare un dolce è letteralmente “un atto di amore verso gli altri e verso se stessi”. Preparare un dolce, lavorare con le mani i vari ingredienti, uova, zucchero, farina, vuol dire trasferire direttamente alla materia calore, partecipazione, affetto.

Frau Knam si è avvicinata abbastanza recentemente al mondo dei dolci. Per anni ha lavorato a fianco del marito Ernst Knam, celebre Maître Chocolatier di fama internazionale, e ha studiato profondamente le materie prime.

E’ stato durante il terribile periodo del lockdown che Alessandra ha deciso di mettere in prima persona “le mani in pasta”, seguita amorevolmente dal marito. Ha così dato inizio ad un vero e proprio corso di pasticceria fatto in casa, iniziando anche a pubblicare online i tutorial delle ricette. Oggi conta oltre 100.000 follower.

Con questo suo libro “La pasticceria per tutti”, ricco di oltre 50 ricette, Frau Knam vuole condividere con il maggior numero di persone possibile quanto ha imparato e suggerire quanto sia piacevole e divertente la preparazione di un dolce casalingo anche con altri membri della famiglia, specialmente con i bambini. Affondare le mani nell’impasto, sporcarsi di farina o di cioccolata, realizzare una forma significa anche sorrisi e complicità.

“La pasticceria per tutti” di Frau Knam sarà anche in TV dal 25 ottobre su Food Netwok canale 33.

La pasticceria per tutti

Oltre 50 ricette per scoprire il mondo dei dolci

di Frau Knam

Mondadori Electa

176 pp – Euro 19.90

di Giovanna Turchi Vismara – ASA