I capolavori di Francesco Martucci alla conquista di Firenze

Finalmente è stato aperto al pubblico, a due passi dal  Duomo di Firenze, il Sophia Loren Restaurant Original Italian Food: 12 vetrine e circa 300 coperti a pieno regime.

  
Le pizze sono firmate da Francesco Martucci, che ha formato i pizzaioli e li segue da vicino: c’è anche una limitata proposta di cucina, curata da  Gennaro Esposito del ristorante stellato Torre del Saracino di Vico Equense (Na).
Martucci è reduce da uno dei più importanti riconoscimenti al mondo. La rivista americana Forbes recentemente ha stilato la classifica dedicata alle 100 eccellenze italiane, ed ha inserito Francesco Martucci tra le 100 eccellenze Italiane. Il pizzaiolo casertano Francesco Martucci, titolare de I Masanielli di viale Douhet, è già numero uno al mondo per 50TopPizza. La rivista Forbes nella motivazione del premio a Martucci ha spiegato: “La pizza di Martucci è come la Reggia di Vanvitelli”. Paragonando l’arte manuale del migliore pizzaiolo al mondo al genio creativo dell’architetto del bene Unesco. La sua pizza è un vero capolavoro del gusto. E l’inserimento nella Top 100 di Forbes conferma, l’altissimo livello internazionale raggiunto dal pizzaiolo de I Masanielli.


Aporofondiamo la conoscenza dei capolavori di Martucci e della sua squadra. 
Eccezionali la pizza vegan ed il calzone fritto, con impasto integrale 100%. molto buone anche le altre pizze degustate tra cui la insolita marinara in. 2 cotture che si ispira alla strepitosa futuro di marinara in tre cotture servita a I masanielli a Caserta.
La pizza fritta è stata trasformata in un calzone con 33% di farina integrale di segale, 33% di integrale di farro, 4% di integrale di grano tenero. Molto  croccante e scioglievole “come lo zucchero filato” come la definisce lo stesso Francesco . All’interno ricotta di bufala in salvietta, prosciutto cotto affumicato di maiale nero casertano, fior di latte, Parmigiano Reggiano di Vacca Bianca Modenese. 
Nella pizza “Mani di velluto” il sapore si  alterna tra  l’amaro della crema di friarielli in acqua di ricotta di bufala e la dolcezza del calcagno a crosta liscia. Con l’aggiunta di mozzarella di bufala campana D.O.P. e la salsiccia di suino grigio ardesia. È consigliato mangiare la Vegan “piegata a libro” per cogliere la sorprendente quantità di sfumature delle 30 varietà di misticanza, germogli e menta. Il pomodoro è San Marzano D.O.P. caramellato in zucchero di canna  con una crema di pomodoro arrosto e una crema di rapa rossa. Per finire la maionese al cavolfiore con capperi fritti.

L’”Insolita marinara” in doppia cottura, con olive nere caiazzane, capperi di Salina, pomodorini del Piennolo e alici di Trapani è l’omaggio alla Futuro di Marinara, celebrata come la miglior pizza del 2020, proposta a I Masanielli in tre cotture, prima cotta a vapore, poi fritta e completata in forno. 
Non rimane che provarle… 

Info: www.sophialorenestaurant.com

Nicoletta Curradi – ASA