SALUTE E BENESSERE

Eurostat, in Ue stati con 25% di persone obese


Quello dell'obesità è un problema che affligge tutti i paesi europei, e in alcuni di questi arriva fino al 25% della popolazione. Lo affermano i dati diffusi da Eurostat, secondo cui non ci sono grandi differenze tra uomini e donne, mentre il tasso di obesità varia molto a seconda dell' educazione ricevuta.
Dai dati del rapporto European Health Interview Survey pubblicato dall'istituto statistico, per una volta l'Italia risulta tra i paesi più virtuosi: i più magri sono i cittadini di Romania (8.0% l'obesità tra le donne e 7.6% tra gli uomini), Italia (9.3% e 11.3%) e Bulgaria (11.3% e 11.6%). Al contrario i peggiori della classe sono per le donne Regno Unito (23.9%), Malta (21.1%) e Lettonia (20.9%), mentre per gli uomini Malta (24.7%), Regno Unito (22.1%) e Ungheria (21.4%).
''Non c'è una differenza sistematica nell'obesità tra uomini e donne - si legge nel rapporto - questo fenomeno è più alto tra le donne in otto degli Stati considerati, tra gli uomini in dieci e uguale in uno''.
Fra i fattori determinanti per lo sviluppo dell'obesità ci sono l'età, ma soprattutto l'educazione: per le donne in tutti gli Stati presi in considerazione il tasso diminuisce all' aumentare del livello scolastico, e lo stesso comportamento si trova anche per gli uomini in tutti i paesi tranne due, Bulgaria ed Estonia. (ANSA).



Torna all'indice di ASA-Press.com