SALUTE E BENESSERE

La birra protegge il cuore come il vino, studio italiano

La birra può ridurre i rischi di malattie cardiovascolari esercitando un effetto benefico paragonabile a quello del vino. Lo studio è opera dei laboratori della Fondazione di Ricerca e Cura "Giovanni Paolo II" di Campobasso ed è pubblicato sull''European Journal of Epidemiology'. Secondo gli scienziati, la birra avrebbe gli stessi effetti positivi del vino sulla salute del cuore. Gli studiosi hanno raccolto dati su 200mila persone valutando gli effetti dell'alcol sul sistema cardiovascolare: un consumo moderato di vino (circa due bicchieri al giorno per gli uomini e uno per le donne) ha infatti dimostrato di poter ridurre il rischio di malattie cardiovascolari fino al 31 per cento, rispetto alla totale astinenza. Ci sono però novità sull'effetto della birra: per la prima volta si è mostrato un effetto protettivo di questa bevanda che è risultato massimo quando se ne consuma poco più di mezzo litro al giorno, con un contenuto alcolico del 5 per cento. "Si tratta di conclusioni che riguardano il consumo moderato", ha spiegato Augusto Di Castelnuovo, capo dell'Unità di Statistica dei Laboratori di Ricerca, "è assolutamente sconsigliato il binge drinking o qualunque altra forma di consumo eccessivo" . (www.agi.it)



Torna all'indice di ASA-Press.com