SALUTE E BENESSERE

Cina: in Italia zero rischi dal virus di Shanghai. Sulle nostre tavole solo carne suina italiana e comunitaria
La Cia commenta i risultati delle analisi di laboratorio condotte su campioni di acqua del fiume Huangpu, dove nei giorni scorsi sono stati ritrovate carcasse di maiali morti: le tracce di virus suino riscontrate non devono in alcun modo allarmare l’Italia, visto che non importiamo carne di maiale da Paesi extra europei.
 
La carne suina sulle nostre tavole è soprattutto “made in Italy”. E laddove la produzione nazionale non riesce a soddisfare i consumi domestici, pari a 32 chili l’anno a persona, si ricorre all’import. Che però è tutto di origine comunitaria. Non c’è quindi alcun rischio legato all’allarme lanciato oggi a Shanghai, dove analisi di laboratorio hanno rilevato tracce di un virus suino in campioni di acqua del fiume Huangpu, in cui nei giorni scorsi sono state ritrovate 1220 carcasse di maiali morti. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori.
Il nostro Paese -spiega la Cia- conta 5 mila allevamenti di suini, per un totale di 9 milioni di capi, che si concentrano soprattutto in Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Veneto, regioni che da sole “fanno” l’84 per cento del patrimonio nazionale. Per un valore alla produzione di 2,5 miliardi di euro.
Quanto all’import, l’Italia acquista dall’estero carne suina sia fresca che congelata, pari a 1,2 miliardi di euro. Ma in ogni caso si tratta di prodotti provenienti dall’Unione europea. Tutti peraltro sottoposti a un’efficace sistema di controlli, fondamentali per garantire ai consumatori la sicurezza nel piatto.
Ai Paesi extra Ue, al contrario, è orientata una fetta del nostro export, ancora limitata, ma in forte crescita. E per quanto riguarda le carni suine -continua la Cia- sono soprattutto i prosciutti e i salumi ad essere venduti oltreconfine.
In casi come questo -conclude la Cia- è importante saper distinguere tra rischi reali e presunti, evitando di generare allarmi quando non sussistono motivi di pericolo per i consumatori. (www.cia.it)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com