SALUTE E BENESSERE

Dieta mediterranea, un futuro oltrefrontiera?
Male in patria, sempre più apprezzata all'estero. Stranezze del mercato globale.

In patria, le dieta mediterranea è in crisi: sempre più italiani vedono diminuire il reddito: di conseguenza, tagliano quello che viene considerato superfluo, a cominciare dalla tavola. In altre parole, meno pasta e meno verdura.
Diversamente, quando si passa la frontiera il mercato vede una crescente domanda di Made in Italy.
E' stato così per il 2012 e, anche secondo previsioni prudenti, sarà così anche per il 2013.
Simbolo di qualità e di benessere riconosciuto, il prodotto nostrano piace molto nei mercati emergenti, Asia e Sudamerica in primis. Lasciando spazio ai numeri, nel 2012 l'export è arrivato a 25 miliardi (+8% rispetto a 365 giorni prima), mentre per l'anno corrente si aspetta un'ulteriore crescita, fino al +7%.
Per nulla profeta in patria, più che apprezzata fuori: paradosso della dieta mediterranea. (Matteo Clerici - www.newsfood.com)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com