SALUTE E BENESSERE

All'Italia la leadership in Europa nel rispetto delle norme sugli agrofarmaci

Oltre i 99% dei campioni di prodotti agricoli italiani risulta essere in regola con la normativa europea

Oltre i 99% dei campioni di prodotti agricoli italiani risulta essere in regola con la normativa europea, un dato confortante che Agrofarma, L'associazione nazionale delle imprese agrofarmaci di Farmindustria, ha salutato con soddisfazione, sottolinendo l'importanza di un risultato indispensabile per garantire l'offerta di alimenti sani e sicuri ai consumatori. Il dato è stato pubblicato nella Relazione annuale al Piano Nazionale Integrato 2012 del ministero della Salute.
Dal report stilato a partire dai programmi nazionali di monitoraggio sugli agrofarmaci realizzati in tutti gli Stati membri, emerge, infatti, che su 6611 campioni prelevati nel 99,6%dei casi sono stati rispettati i limiti fissati dalla normativa europea. Ciò significa che solo lo 0,4% è risultato positivo al test sui residui di agrofarmaci, un dato che, confrontato con la media di campioni irregolari riscontrati a livello europeo, ovvero pari al 2,6%, conferma l'impegno concreto del nostro Paese a garanzia dei massimi standard di sicurezza alimentare verso i consumatori.
L'Italia, anche quest'anno, detiene dunque il primato di leadership europea come documentato dalle rigorose e continuative verifiche da parte delle autorità competenti, quale è il ministero della Salute, e confermato dagli ultimi dati pubblicati a livello europeo dall'Efsa nel suo report annuale sui residui. In particolare, se si guarda al comparto ortofrutticolo, dal 1993 ad oggi, la percentuale di prodotti con residui superiori ai limiti consentiti è passata dal 5,6% allo 0,5%.
''I dati resi noti dal Ministero sono un'ulteriore conferma della sicurezza dei prodotti agroalimentari italiani - ha dichiarato Andrea Barella, Presidente di Agrofarma - Il nostro Paese si conferma un'eccellenza in termini di qualità e anche quest'anno è leader in Europa in materia di sicurezza alimentare. Un risultato che sottolinea il sempre maggiore impegno di tutta la filiera agricola per un'agricoltura sostenibile a maggior tutela della salute del consumatore''. (www.adnkronos.com)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com