SALUTE E BENESSERE

Bambini: buone abitudini in vacanza
L’estate favorisce il consumo di pesce, prezioso alleato per lo sviluppo del sistema immunitario se assunto con regolarità

Il periodo estivo avvicina le famiglie ad alcune buone pratiche alimentari, come il consumo di frutta e verdura e l’assunzione più frequente di pesce che non sempre fa parte della dieta abituale soprattutto tra i bambini.
Secondo i dati del ‘3° Osservatorio Nutrikid’ realizzato da Nestlé in collaborazione con Fondazione ADI, in Italia, ben 6 bambini su 10 mangiano meno di 2 porzioni di pesce a settimana, con minor frequenza al Nord e in particolare tra i maschi.
Il pesce è tuttavia considerato un alimento indispensabile per una crescita equilibrata come evidenziano le ricerche sui valori nutrizionali e le proprietà di questo alimento. Non solo: il consumo di prodotti ittici ricchi di grassi Omega 3 fin da bambini svolgerebbe un effetto favorevole allo sviluppo del sistema immunitario.
Lo dimostra una recente ricerca dell’Università di Stoccolma (pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition), su un campione di 3.200 bambini. Secondo lo studio coloro che mangiano maggiori quantità di pesce, dal primo anno di vita e per i successivi sette, sviluppano minori casi di malattie di origine immunologica confermando che un’assunzione precoce e regolare di pesce, sin dalla prima infanzia, svolge un effetto favorevole nella prevenzione dalle malattie allergiche. Una patologia che, solo in Italia, colpisce 2,1 milioni d’individui, pari al 3,5% della popolazione secondo i dati EAACI - European Academy of Allegy and Clinical Immunology.
“Conoscere i benefici del consumo di pesce potrebbe stimolare i genitori a introdurlo nella dieta usuale dei propri figli, a partire dal momento delle vacanze, quando è più facile per i diversi ritmi di vita, per proseguire poi anche alla ripresa della scuola- commenta Giorgio Donegani, Presidente Food Education Italy. Il pesce è infatti una fonte di proteine ad elevato valore biologico, grassi di buona qualità, sali minerali (fosforo, iodio, calcio, ferro) e vitamine (A, D, E, gruppo B)”.
I dati del ‘3° Osservatorio Nutrikid’ Nestlé, infatti, se pur confermano abitudini ancora da migliorare e la necessità di mantenere alto il livello di attenzione e di intervento educativo, evidenziano come sia possibile innescare un positivo ‘circolo virtuoso’: una nuova buona abitudine, quando consolidata, porta più facilmente ad un altro atteggiamento corretto.
Se si considera poi necessaria un’educazione alimenare dei bambini che favorisca un approccio sereno al cibo, è evidente come il periodo delle vacanze sia occasione preziosa per avviare le buone pratiche.
Ecco allora alcune indicazioni importanti da portare in valigia (http://foodcoaching.nestle.it):
I primi 3 anni di vita sono fondamentali per la strutturazione dei gusti, delle abitudini alimentari e del rapporto con il cibo
Le preferenze dei bambini per determinati cibi non sono né innate né immodificabili. È importante che i pediatri vigilino sulle abitudini nutrizionali e che i genitori sappiano che il comportamento alimentare è il risultato dell’esperienza e dell’apprendimento.
L’ambiente in cui il cibo viene offerto gioca un ruolo decisivo: i genitori devono evitare sia di usare il cibo come ricompensa, che costringere i bambini a mangiare cibi sgraditi.
Per aumentare il gradimento di nuovi cibi, un’offerta ripetuta in un contesto sociale favorevole può risultare molto efficace.
I quasi 3 mila questionari compilati nel 2012 dai genitori nell’ambito del progetto didattico Nutrikid (giunto alla 5^ edizione in corso con oltre 250.000 bambini coinvolti sul territorio nazionale), realizzato in collaborazione con NFI- Nutrition Foundation of Italy, mostrano anno per anno i trend utili per valutare possibili interventi sia preventivi sia educativi che coinvolgono non solo il singolo bambino ma l’intero nucleo familiare.

Per informazioni
Letizia Balducci, Nestlé, tel. +39 02 81817406; e-mail marialetizia.balducci@it.nestle.com
Rossella Camaggio, Edelman, tel +39 348 3001325: e-mail rossella.camaggio@edelman.com
Luana Maltese, Edelman, tel. 337 1076467; e-mail luana.maltese@edelman.com

 


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com