SALUTE E BENESSERE

La sicurezza dei consumatori è a portata di clic
Si chiama "Portale Globale dei Richiami" il nuovo progetto sviluppato da Unione europea e i paesi dell'OCSE, tra cui Stati Uniti, Australia e Canada, per far sapere a chiunque compri qualcosa quali sono quei prodotti che non hanno rispettato i parametri richiesti per la sicurezza dei consumatori.

Si tratta di una grande piattaforma informatica contenente tutte le informazioni e gli avvertimenti sui prodotti pericolosi che sono riusciti a passare attraverso le maglie di controllo. Uno strumento per aiutare gli utenti nei loro acquisti soprattutto quando comprano on line o all'estero. Con un volume previsto di 3mila avvisi di richiami all'anno, consumatori, imprese e autorità avranno accesso ad un importante bacino di informazioni sui prodotti che non hanno rispettato i parametri richiesti e che sono stati considerati non completamente sicuri da Unione europea, USA, Canada e Australia.
Il portale Global Recalls Portal (http://globalrecalls.oecd.org/) da Paola Testori Coggi, a capo della direzione generale "Salute e consumatori" della Commissione europea, Rintaro Tamaki, vicesegretario generale dell'OCSE e da Inez Tenenbaum, presidente della commissione USA sulla sicurezza dei prodotti, vuole essere uno strumento per aumentare e scambiare informazioni soprattutto alla luce degli ultimi dati. Negli scorsi cinque anni, infatti, sono aumentate le persone che hanno fatto acquisti on line oppure all'estero. Allo stesso tempo è cresciuto il numero dei prodotti che non hanno rispettato tutti le indicazioni obbligatorie per la sicurezza.
In questo modo invece i consumatori avranno sempre la possibilità di usufruire di un filo diretto con le autorità che monitorizzano le merci. Un modo comodo, efficiente e affidabile per fare acquisti sicuri. (http://ec.europa.eu)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com