SALUTE E BENESSERE

Frutta nelle scuole, Catania: Al via IV edizione del programma comunitario

“È fondamentale acquisire fin da piccoli delle sane abitudini alimentari”. Così il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali dal MacFrut di Cesena, annuncia l’avvio della IV edizione di ‘Frutta nelle scuole’, coordinato dal Mipaaf e cofinanziato dall’UE, per un totale di 35.382.000 Euro.

“È fondamentale acquisire fin da piccoli delle sane abitudini alimentari. Ecco perché ‘Frutta nelle scuole’, che sta prendendo il via per il quarto anno consecutivo, rappresenta un programma davvero importante che non solo si rivolge agli alunni delle scuole primarie, ma offre validi strumenti anche agli insegnanti e alle famiglie, per far conoscere ai bambini i benefici che derivano dal consumo regolare di frutta e verdura, ovvero di prodotti che dovrebbero essere sempre presenti sulla nostra tavola costituendo la base di uno stile di vita sano”.
Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania, dal MacFrut di Cesena, annuncia l’avvio della IV edizione del programma comunitario ‘Frutta nelle scuole’, coordinato dal Mipaaf e cofinanziato dall’UE, per un totale di 35.382.000 Euro.
Per l’anno scolastico 2012/13, ‘Frutta nelle scuole’ – che entro il 22 ottobre prossimo raggiungerà tutte le scuole interessate - coinvolge un totale di 1.050.000 alunni e 6.600 istituti di tutta Italia, pari a circa il 40% della popolazione scolastica complessiva.
Anche per questa edizione, il progetto sarà mirato a incrementare il consumo di frutta e verdura tra i bambini, facendo conoscere ed apprezzare le produzioni ortofrutticole italiane. I prodotti saranno gustati in tutti gli 8 lotti regionali, privilegiando quelli stagionali, di qualità (Biologico, DOP, IGP) e del territorio. Almeno una volta a settimana, e per almeno 42 volte durante tutto l’anno scolastico, la merenda di metà mattina dei bambini sarà sostituita da frutta fresca o da spremute e centrifughe preparate al momento. Una particolare attenzione è riservata anche all’impatto ambientale di questa iniziativa, che si avvale dell’utilizzo di contenitori e confezioni biodegradabili o riutilizzabili Inoltre, per aumentare l’efficacia del programma, saranno realizzate misure di accompagnamento, già sperimentate nelle edizioni precedenti, come le visite alle fattorie didattiche, ai mercati degli agricoltori e la coltivazione di orti scolastici.
“Queste iniziative sono molto utili - ha spiegato il Ministro Catania - per aumentare l’impatto sui nostri alunni del messaggio che ‘Frutta nelle scuole’ vuole veicolare. Le attività formative, infatti, riescono a dare ai ragazzi la possibilità di fare delle esperienze in prima persona, aiutandoli a sviluppare una conoscenza diretta dei prodotti ortofrutticoli, come pure della coltivazione e del lavoro che stanno dietro a questi prodotti”. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.fruttanellescuole.gov.it.
(www.aiol.it)


 

 


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com