SALUTE E BENESSERE

Alimenti: esperti, colazione golosa accende cervello e aiuta attenzione

La miglior colazione per affrontare al meglio una giornata di lavoro o di studio? La risposta, secondo gli esperti riuniti a Parigi per la prima 'International Conference on Nutrion & Growth', non esclude che il breakfast possa essere anche piacevolmente goloso. Non solo, quindi, un caffè o una fetta biscottata. Secondo lo studio curato da Umberto Castiello, professore ordinario al Dipartimento di psicologia generale dell'università degli Studi di Padova - il primo studio a lungo termine sul legame tra vari modelli di colazione e il rendimento dell'attenzione - "preferire al mattino, per 4 volte a settimana, una fetta di pane spalmata con crema alla nocciola - afferma Castiello - unita a una tazza di latte e a un frutto, può favorire il mantenimento dell'attenzione dei ragazzi durante le ore di lezione. Non dimenticando un'alimentazione comunque bilanciata e salutare durante la giornata".
L'importanza del primo pasto al mattino come fondamentale tassello dell'alimentazione e prima barriera contro il rischio obesità, è stata confermata anche da una ricerca, presentata sempre a Parigi, curata da Livio Luzi, endocrinologo dell'università degli Studi di Milano. "Una colazione salutare - spiega Luzi - non deve esclude a priori prodotti commerciali. L'importante è che abbiano un contenuto calorico adeguato da spendere nell'arco della giornata e una miscela di macronutrienti che, riducendo al minimo le escursioni di insulina e i livelli di grelina (l'ormone che regola l'appetito), aiuta l'ambiente ormonale a non predisporsi all'obesità. E diventa già dal primo mattino il carburante per gli impegni di lavoro e di studio".
Insomma, secondo gli esperti, in un 'breakfast' a regola d'arte, che dovrebbe essere "due ore dopo la sveglia, non più tardi delle 11 del mattino e non va mai saltato perché si rischia di prendere peso", come suggerisce Corina Hartman, del 'Schneider Children’s Medical Center' di Tel Aviv (Israele), possono coesistere prodotti che gratificano il palato e piacciano ai ragazzi, senza però far impazzire l'ago della bilancia.
Sono tre gli elementi analizzati dallo studio firmato da Castiello: l'attenzione a scuola, il benessere psicologico e fisico dei ragazzi e il livello di sazietà ed energia. Per la verifica sono stati scelti 353 bambini divisi in tre gruppi d'età: 8, 9 e 10 anni. La ricerca ha diviso le abitudini alimentari in due macrogruppi: 'buone' e 'cattive'. E individuato tre diversi tipi di colazione con alcuni elementi comuni: un bicchiere di latte e un frutto. Nel primo tipo il 'piatto forte' era una fetta di pane spalmato con crema alla nocciola, nel secondo dei biscotti al cioccolato e nella terza una tazza di cornflakes sempre a base di cacao.
I bambini sono stati seguiti nell'arco di un intero anno. Ogni giorno sono stati valutati alcuni parametri: cosa mangiavano durante la giornata, la reazione del fisico e del cervello e il livello di fame. Grazie ad alcuni test psicologici sull'attenzione, i ricercatori hanno verificato che la colazione a base di una fetta di pane spalmata con la crema alle nocciole, aumenta il livello di concentrazione dei ragazzi durante tutta la mattina, ma solo del gruppo che ha già buone abitudini alimentari.
Alimento comune ai vari tipi dei colazione è il latte: a sottolinearne l'importanza è lo studio europeo 'Helena', coordinato da Theodora Mouratidou, dell'università di Saragozza (Spagna). "Il latte e i prodotti commerciali che lo contengono - avverte Mouratidou - sono un'eccellente risorsa di micronutrienti per i bambini e gli adulti. E possono aiutare a mantenere un regime alimentare bilanciato". (http://www.adnkronos.com)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com