QUALITA'

Alimenti: Nas Bologna sequestra oltre 2 tonnellate di germogli di soia

I carabinieri del Nas di Bologna hanno sequestrato oltre 2 tonnellate di germogli di soia, prodotti in un laboratorio abusivo da cittadini cinesi e destinati a negozi e ristoranti etnici. Sulla base di informazioni acquisite dall'Ufficio Settore Salute del Comune di Bologna, i carabinieri del Nucleo felsineo, in collaborazione con l'Arma Territoriale, hanno infatti individuato, al piano terra di un condominio, un laboratorio abusivo di produzione di germogli di soia, prodotto tipico dell'alimentazione cinese. La struttura, di circa 250 mq, è risultata costituita da locali fatiscenti, sporchi, umidi e privi di luce naturale, dove erano state allestite una serra, utilizzata per la coltivazione di germogli di soia ad uso alimentare, una cella frigorifera per lo stoccaggio del prodotto pronto per la distribuzione, peraltro custodito in sacchetti di polietilene non adatti agli alimenti, e un ambiente dove venivano conservati semi di soia di origine cinese e canadese. La produzione, effettuata da cinesi, è risultata priva di qualsiasi autorizzazione o notifica alla competente autorità sanitaria e sconosciuta anche al fisco. L'intervento dei militari del Nas e dell'Arma territoriale, che ha bloccato un'imminente spedizione di prodotto, ha consentito di porre sotto sequestro sanitario circa 2,2 tonnellate tra semi e soia germogliata nelle varie fasi di sviluppo, pronta per il consumo. Il prodotto, di ignota provenienza, era destinato a negozi e a ristoranti etnici. (www.aiol.it)

 

Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com