QUALITA'

Alisal, più valore alle specie vegetali
II progetto del Cra per migliorare il valore nutrizionale degli alimenti alla base della dieta mediterranea

Il progetto Alisal ha lo scopo di migliorare gli standard qualitativi delle principali specie vegetali
Il miglioramento della salubrità, della qualità e valore nutrizionale degli alimenti ha un ruolo importante nella prevenzione di numerose malattie, informa il Cra, Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura, con una nota: il valore di un alimento dipende prevalentemente dall'assenza di contaminanti nocivi, un maggiore contenuto di nutrienti in grado di proteggere i tessuti.
Il presidente del Cra Giuseppe Alonzo, introducendo i lavori del progetto Alisal, ha illustrato come tra i risultati del progetto vi siano il miglioramento di genotipi di pesco, patata e frumento duro finalizzato a migliorare il contenuto in carotenoidi, la cui assunzione riduce il rischio di patologie oculari e di aterosclerosi, sia di uva, arancia rossa e pomodoro volto a un maggiore accumulo di composti fenolici con effetti antitumorali, antiossidanti, anti-infiammatori.
Il professor Alonzo ha precisato che sono altrettanto interessanti le informazioni ottenute sul miglioramento della composizione in acidi grassi degli oli vegetali (oliva e di girasole) e delle proteine del latte vaccino per le quali è nota un'azione protettiva nelle malattie autoimmuni mieliniche, oltre che una meglio nota attività antimicrobica.
"Il progetto Alisal, promosso e coordinato dal Cra, Centro per la cerealicoltura di Foggia, ha lo scopo di migliorare gli standard qualitativi delle principali specie vegetali che entrano nella catena alimentare – afferma Paolo Ranalli direttore del Dipartimento trasformazione e valorizzazione dei prodotti agroindustriali del Cra. 
"Nella ricerca – continua Ranalli – è utilizzato un approccio multidisciplinare per ottenere produzioni agricole di elevato standard qualitativo la cui sicurezza è affidata ad un ridotto/nullo impiego di prodotti chimici; inoltre, il consumo di vegetali contenenti una maggiore presenza di fitonutrienti, in particolare di antiossidanti naturali (vitamine C e E),  è collegato a una diminuzione del rischio d'insorgenza di vari tipi di malattie da stress, alcuni tipi di cancro, malattie coronariche, infarto, diabete e obesità". (http://agricolturaonweb.imagelinenetwork.com)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com