IN PRIMO PIANO

Che mondo sarebbe senza farfalle?
In Unione europea sono a rischio per la diminuzione degli habitat erbosi

Allegre e colorate ma anche fragili e bisognose di tutela. Le farfalle in Europa sono sempre meno. In base ai dati diffusi dall'Agenzia europea dell'ambiente, tra il 1990 e il 2011, si sono addirittura dimezzate, con una perdita drammatica in termini di biodiversità. La ricerca è stata realizzata in diciannove Paesi su diciassette specie di farfalle. Otto di queste hanno subito un crollo verticale.
Essenziale preservare i loro habitat - Hans Bruyninckx, neodirettore esecutivo dell'Agenzia europea dell'ambiente, spiega: "Questo drammatico declino nelle farfalle dovrebbe suonare un campanello d'allarme. In generale, gli habitat erbosi europei si stanno riducendo e se falliamo nel conservarli potremo perdere diverse specie per sempre. Dobbiamo riconoscere l'importanza delle farfalle e di altri insetti, la loro attività d'impollinazione è essenziale sia per gli ecosistemi naturali sia per l'agricoltura".
Fra le specie a rischio estinzione la Polyommatus icarus, di colore azzurro o marrone con riflessi violetti.
Troppa agricoltura o troppo poca - Le principali minacce per questi preziosi insetti sono l'agricoltura intensiva, che impiega pesticidi e rende l'habitat sterile per le farfalle, ma anche l'abbandono delle terre, che diventano inospitali per questi insetti. L'agricoltura si è intensificata laddove la terra è relativamente pianeggiante e facile da coltivare, mentre tanti prati sono stati abbandonati nelle regioni umide e montuose, principalmente nell'Europa orientale e meridionale.

(www.tgcom24.mediaset.it)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com