IN PRIMO PIANO

Pesca: salvate il tonno rosso!
Itonni rossi stanno veramente per estinguersi? Questa settimana il Parlamento europeo si pronuncerà sulla ricostituzione di uno stock di tonni rossi e sulla riduzione delle quote della sua cattura nell'Atlantico e nel Mediterraneo. Oltre ad un rafforzamento dei controlli per la lotta alla pesca illegale.

Fin dagli anni Novanta gli stock di tonno rosso, questo grande pesce che può raggiungere fino a 4 metri di lunghezza e vivere 40 anni, sono drammaticamente diminuiti. L'overfishing - il depauperamento delle risorse ittiche causato da un'eccessiva attività di pesca - sta infatti portando il tonno rosso sulla strada della specie a rischio.
La creazione di quote non è stata sufficiente alla salvaguardia del tonno rosso. Infatti la pesca clandestina rappresenta più della metà della totalità della catture in Europa.
La Commissione internazionale per la conservazione dei tonnidi dell'Atlantico (ICCAT) affronta il tema regolarmente. E l'Unione europea, in quanto membro dell'organizzazione, deve applicare le sue decisione.

Le tre misure principali
Il Parlamento europeo dovrebbe sostenere il rafforzamento delle misure di salvaguardia dei tonni, in particolare:
- la riduzione delle quote di pesca (da 13.500 tonnellate all'anno a 12.900). Nel 2010 si calcola che 32.000 tonnellate siano state messe sul mercato, la maggio parte illegalmente.
- Il rafforzamento dei controlli per impedire la pesca illegale
- La creazione di "santuari", zone protette
La relazione del deputato spagnolo dei Raül Romeva i Rueda sarà discussa martedì alle ore 17 votata il giorno successivo. (http://www.europarl.europa.eu)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com