IN PRIMO PIANO

Ue: 3,2 milioni di euro per finanziare nuovi studi per la sorveglianza della mortalità delle api

L’obiettivo è acquisire una migliore comprensione della portata del problema, nonché le ragioni della mortalità delle api. La Commissione ha sottolineato che l’aumento della mortalità delle api è stato osservato in tutto il mondo. Nel 2009 uno studio dell’Efsa ha concluso che i sistemi di sorveglianza nell'Unione europea sono, in generale, deboli e vi è una mancanza di dati comparabili a livello dei territori dell’Ue. Quindi, al fine di migliorare la disponibilità dei dati sulla mortalità delle api, la Commissione ha ritenuto opportuno sostenere gli studi di sorveglianza in alcuni Stati membri.
La Commissione Ue ha, l'8 maggio, stanziato circa 3,2 milioni € per supportare una serie di studi in 17 Stati membri volti a raccogliere informazioni affidabili e comparabili sulle perdite di colonie di api nell’Ue. L’obiettivo è acquisire una migliore comprensione della portata del problema, nonché le ragioni della mortalità delle api.
La Commissione ha sottolineato che l’aumento della mortalità delle api è stato osservato in tutto il mondo. Nel 2009 uno studio dell’Efsa ha concluso che i sistemi di sorveglianza nell'Unione europea sono, in generale, deboli e vi è una mancanza di dati comparabili a livello dei territori dell’Ue. Quindi, al fine di migliorare la disponibilità dei dati sulla mortalità delle api, la Commissione ha ritenuto opportuno sostenere gli studi di sorveglianza in alcuni Stati membri.
Gli studi saranno co-finanziati dalla Commissione al tasso del 70% dei costi ammissibili, per il periodo dal 1° aprile 2012 al 30 giugno 2013, per i seguenti Stati membri: Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria , Italia, Lettonia, Lituania, Polonia, Portogallo, Repubblica Slovacca, Spagna, Svezia e Regno Unito.
Negli ultimi anni sono già state intraprese in Europa delle azioni in materia di salvaguardia della salute delle api, che includono un laboratorio di riferimento nell’UE per la salute delle api, la produzione negli Stati membri di alimenti più sicuri, diversi progetti di ricerca e il contributo finanziario ai programmi apicoli nazionali. (www.aiol.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com