IN PRIMO PIANO

Londra 2012: prime olimpiadi a 'rifiuti zero'
Più verdi anche nei trasporti e nel cibo

E' così che i Giochi di Londra 2012 intendono presentarsi, a cominciare dall'ambizioso obiettivo di essere, come si dice oggi, a 'rifiuti zero', cioè di eliminare la discarica. Ma non finisce qui. Anche nei trasporti e nel cibo ci si è posti degli standard 'verdi' elevati.
Eliminare le discariche è un progetto pilota che riguarda in realtà tutta la Gran Bretagna. Gli organizzatori prevedono una produzione di 8.000 tonnellate di spazzatura, con un riuso, riciclo o compostaggio previsto pari ad almeno il 70%. Nel piano anti-discariche, messo a punto dalla Commissione organizzatrice dei Giochi olimpici e delle Paralimpiadi di Londra 2012, tutti gli acquisti all'interno del parco olimpico e tutti gli imballaggi saranno riciclabili al 100%. Gli spettatori potranno portare con loro piccole quantità di cibo, con restrizioni per i liquidi, ma l'acqua sarà gratis. Poi a rimettere le cose in linea dovrà pensarci la raccolta differenziata, ben definita fin dai cestini (ciascuno di forma e misura diversa) uguali nei colori alle confezioni da buttare. Tra le altre cose gli imballaggi, come per esempio tazze da caffè, coltelli e forchette saranno compostabili; e tutte le bottiglie di plastica raccolte saranno riciclate entro sei settimane. E i 14 milioni di pasti previsti saranno serviti menu britannici, mediterranei, caraibici, asiatici, senza glutine, vegetariani e non, halal e kosher.
Inoltre l'intera manifestazione misurerà la sua 'impronta di carbonio'. Una mano le daranno anche le misure dei trasporti per pedoni e ciclisti, che include l'utilizzo dei mezzi pubblici.
Nell'ultimo rapporto Saun Mc Carty, presidente della 'Commissione per Londra 2012 sostenibile', definisce la strategia complessiva per le Olimpiadi e Paralimpiadi verdi ''un successo''. Per le gare olimpiche Londra ha cercato di usare strutture già esistenti, da Wimbledon a Earls Court; lo stadio olimpico, il centro acquatico e il velodromo sono nuovi ma costruite con criteri ecologici (e i materiali per il 60% sono stati trasportati su ferrovia e fiume), insieme con le strutture temporanee ospitate in luoghi simbolo come Greenwich Park, Hyde Park e Horse Guards Parade. Superstar sarà anche la riduzione dei consumi. Per esempio il biglietto d'ingresso sarà personalizzato: informazioni sulla gara acquistata e sulla sede dell'evento, con incluso l'accesso ai mezzi pubblici londinesi e la possibilità di viaggiare in bici o a piedi. Poi spazio alle nuove tecnologie, per gli spettatori è prevista una applicazione per smartphone.
Con il 'London active travel programme' gli organizzatori hanno intenzione di far arrivare a piedi e in bicicletta circa i 300.000 spettatori: per far fronte ad un aumento di almeno un milione di viaggiatori ogni giorno saranno messi a disposizione dei visitatori guide, parcheggi custoditi e manutenzione gratuita per le biciclette, oltre alla possibilità che ogni spettatore avrà di compensare le emissioni di carbonio prodotte con il proprio viaggio. (ANSA).

 


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com