IN PRIMO PIANO

Umbria: firmata a Todi carta europea biodiversità

Il convegno ''Coltiviamo la biodiversità'' di Todi è stata l'occasione per la firma, della Carta europea della biodiversità'' elaborata nell'ambito del progetto Reverse, di cui la Regione dell'Umbria è stata uno dei partners più importanti. La Carta, declinata in tre tematiche relative all'agricoltura e biodiversità'', pianificazione territoriale e biodiversità'' e turismo e biodiversità'', verrà' poi inviata dalla Regione Aquitania, coordinatrice del progetto, alla commissione europea.
L'intera documentazione contiene ''sfide, raccomandazioni e piani di azione che hanno lo scopo di influenzare le politiche europee per la valorizzazione e la salvaguardia della biodiversità'' nel territorio dell'Unione''.
''Dobbiamo promuovere un'agricoltura sostenibile - ha detto la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini - Per questo è necessario essere consapevoli degli effetti sia negativi che positivi che l'agricoltura può avere sulla biodiversità''. La società e la politica devono riconoscere e sostenere i vantaggi di un'agricoltura responsabile. D'altra parte - ha proseguito - lo stesso settore agricolo deve capire gli effetti negativi per la biodiversità'' di alcune pratiche agricole, che di conseguenza devono essere controllate e ridotte al minimo, se non eliminate. Inoltre, gli agricoltori sono i custodi della biodiversità'' agricola e delle relative conoscenze, che devono essere protette e promosse come patrimonio comune e tenute in considerazione nell'ambito delle strategie globali di conservazione della biodiversità''.
Secondo la presidente Marini ''da decenni, la biodiversità'' è minacciata, principalmente dalle attività umane. La biodiversità'' è in declino, nonostante gli sforzi impiegati a cambiare questa tendenza, che non ci deve scoraggiare, anzi: ora sappiamo come prevenire la perdita di biodiversità''. Pertanto, invertire la perdita di biodiversità'' resta una sfida importante a livello globale, europeo, regionale e locale''. (pg/gc – www.asca.it)

Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com