IN PRIMO PIANO

Pesca, Catania: Con la Commissaria europea Damanaki livello di convergenza ottimo su tutti i temi

"Abbiamo discusso di temi importanti, come la riforma della Politica comune della pesca, il Fondo europeo per la pesca e gli affari marittimi, la cooperazione internazionale con i paesi rivieraschi del Mediterraneo e il problema relativo alla quota annuale per la pesca del tonno rosso. Su tutti questi temi devo registrare un livello di convergenza ottimo con la Commissaria Damanaki, che voglio ringraziare per il lavoro che sta svolgendo".
Lo ha detto il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania, nel corso della conferenza stampa, nel Salone dell'Agricoltura al Mipaaf, che si è tenuta al termine dell'incontro con la Commissaria europea per la pesca e gli affari marittimi, Maria Damanaki.
In merito al lavoro della Commissione generale della Pesca per il Mediterraneo, che la Commissaria Damanaki ha visitato questa mattina, il Ministro Catania ha dato tutta la disponibilità per sviluppare politiche comuni con i Paesi del Canale di Sicilia per armonizzare le relazioni tra le flotte che operano in questo spazio marittimo.
La Commissaria Damanaki ha sottolineato la propria soddisfazione per l'ottimo rapporto di collaborazione con il nostro Paese, ponendo l'accento sugli "enormi progressi" fatti dall'Italia, soprattutto nel sistema dei controlli sull'utilizzo delle ferrettare.
Per quanto riguarda il negoziato sul budget europeo per il settore della pesca nel 2014-2020, ha spiegato Catania, "ho condiviso con la Commissaria la preoccupazione che ci sia una riduzione e ho avuto modo di ricordare che l'Italia si aspetta un aumento dell'attuale percentuale di ripartizione a favore del nostro settore".
Sulla quota per la pesca del tonno rosso, la Commissaria Damanaki ha sottolineato come occorra essere prudenti. C'è qualche elemento a livello scientifico, ha aggiunto, che indica un miglioramento degli stock, ma bisogna avere prudenza. Il mandato dato alla Commissione è ispirato a tale prudenza. Il Ministro ha quindi ribadito la richiesta di rivedere la data di inizio della stagione di pesca per le imbarcazioni "a circuizione".
Infine il Ministro Catania ha affrontato la questione relativa ai rigetti in mare del pescato: "Noi siamo soddisfatti dell'accordo che abbiamo raggiunto a giugno a livello di Consiglio. Consideriamo molto buona la situazione di compromesso raggiunta in quella sede". (www.politicheagricole.it)

 


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com