ASA Associazione Stampa Agroalimentare

Newsletter 416
/ 21.03.2016

Segui ASA anche su Facebook | Twitter



Dal Club del Marketing il premio giornalistico “Coltura & Cultura”

Il premio prende il nome dal portale www.colturaecultura.it e viene assegnato ai giornalisti italiani che più si sono distinti ed impegnati nella divulgazione ed informazione agro-alimentare.
E’ stato istituito da Club del Marketing e della Comunicazione, la più grande associazione italiana del settore Mar-com, notoriamente green-oriented, ed organizzato da Party Round Green, il primo multiservice in Italia per eventi eco-sostenibili, il 1° “Premio Giornalistico Coltura & Cultura”.
Coltura & Cultura, oggi, si pone come sito d'informazione sulle tematiche dell'agricoltura italiana e internazionale, affrontando al contempo le grandi sfide dell'innovazione, in un mondo dove è forte il senso della tradizione. 
La premiazione sarà occasione di dibattito a talk show sul tema “Comunicare la buona agricoltura per una vita migliore” e vedrà come relatori: Duccio Caccioni, agronomo - Marco Lucini, Comune di Milano - Alberto Lupini, Direttore Italia a Tavola - Roberto Rabachino, Presidente dell’Associazione Stampa Agroalimentare Italiana - Daniele Rosa, Direttore Comunicazione Bayer in Italia. Moderatore: Danilo Arlenghi, Presidente Club del Marketing e della Comunicazione.
Il riconoscimento verrà assegnato ai giornalisti italiani che si sono distinti nella divulgazione delle buone pratiche del settore agroalimentare.
“Vogliamo sostenere il mondo dell’agricoltura che oggi ha davanti grandi opportunità e grandi sfide. In particolare, migliorare la qualità della vita delle persone garantendo cibi sicuri e adeguati. Questa è la mission di Bayer come azienda Life Sciences focalizzata sulla Salute e Agricoltura” afferma Daniele Rosa, Direttore Comunicazione di Bayer in Italia.
Dal momento pertanto che anche il recentissimo ed autorevole Rapporto dell'Osservatorio Eco-Media ha evidenziato che il giornalismo italiano ponga non sufficiente attenzione al “green”, questo premio vuole stimolare l’impegno dei media a diffondere le tematiche agroalimentari, il benessere e  il miglioramento della qualità della vita per generare così un circolo emulativo virtuoso a tutti i livelli e una migliore attenzione nonché maggiore consapevolezza sia dei privati, sia delle istituzioni pubbliche. 
La premiazione si terrà mercoledì 23 marzo dalle ore 18,00 presso il Centro Comunicazione Bayer in viale Certosa 130 a Milano.
www.affaritaliani.it




Vinitaly: nello spazio Mipaaf  'World Wine Web”

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che la scorsa settimana il Ministro Maurizio Martina ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione della 50^ edizione di Vinitaly, in programma dal 10 al 13 aprile a Verona.
Per l'occasione sono state illustrate le attività promosse e organizzate dal Mipaaf nella propria area all'interno della fiera e dedicate quest'anno al tema 'World Wine Web'.
Si tratta di un ciclo di 10 incontri con i principali protagonisti del web (da Facebook a Twitter, da eBay ad Amazon fino a Google) per dare alle aziende del settore interessate gli strumenti per affrontare le nuove sfide del mercato online.
L'11 aprile sarà presente anche il Premier Matteo Renzi per un confronto con il fondatore di Alibaba, Jack Ma, sul futuro del vino.
E Vinitaly 2016 sarà anche l'occasione per rafforzare i rapporti diplomatici tra i Paesi. Il 13 aprile, infatti, è in programma il primo Forum internazionale del vino europeo al quale sono stati invitati a partecipare tutti i Ministri dell'agricoltura del Mediterraneo. 
"L'Italia vuole giocare un ruolo di leadership nell'utilizzo delle più avanzate innovazioni al servizio di una tradizione importante come quella del vino - afferma il Ministro Maurizio Martina - I 50 anni che abbiamo alle spalle e che celebreremo al Vinitaly ci parlano di successi costruiti sapendo rinascere e ripartire. Trent'anni fa, dopo il metanolo, il nostro vino sembrava in un vicolo cieco. Oggi brindiamo al record di export nel mondo con 5,4 miliardi di euro e negli ultimi 10 anni abbiamo dimezzato il distacco dalla Francia. La frontiera oggi è l'e-commerce, la presenza in rete e l'utilizzo di canali senza confini come i social media. Per questo abbiamo deciso di dare l'opportunità ai nostri produttori di confrontarsi con le più grandi realtà internazionali del web. La strada da percorrere nei prossimi 50 anni del nostro vino passa da questi canali, dobbiamo non solo imparare a sfruttarli meglio, ma renderli strumenti di competitività. Una frontiera che vogliamo sfruttare appieno anche come Ministero e che ci vede impegnati nella valorizzazione dei prodotti di qualità su piattaforme come Google e nella lotta all'agropirateria con eBay e Alibaba. Siamo l'unica istituzione al mondo a garantire ai marchi geografici la stessa tutela dei brand commerciali contro i falsi. Una lotta che facciamo al Wto da decenni senza successi e che invece su internet siamo riusciti a chiudere in un anno solo, puntando su due concetti chiave per le vendite in rete: qualità e reputazione. L'Italia su questo fronte ha tanto da insegnare. Infine - conclude Martina - Vinitaly quest'anno per noi sarà non solo una grande piattaforma digitale ma anche diplomatica. Il 13 aprile, infatti, abbiamo invitato i Ministri dell'agricoltura dei Paesi mediterranei per il primo Forum internazionale del vino europeo."
www.politicheagricole.it



Valorizzazione all'estero della cucina italiana di qualità

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che è stato presentato alla Farnesina il Protocollo d'Intesa per la Valorizzazione all'Estero della Cucina Italiana di Alta Qualità, sottoscritto dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, Paolo Gentiloni, dal Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, e dal Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini.
All'evento hanno partecipato anche gli Ambasciatori dei Paesi G20, Istituzioni ed Enti della cultura e dell'economia, nonché alcuni degli chef più apprezzati del panorama italiano e internazionale.
L'iniziativa si inserisce nel quadro del 'Food act', il piano di azione promosso dal Governo per valorizzare la cucina italiana di qualità, e intende dare continuità all'esperienza di Expo Milano 2015, coordinando un piano di azione per valorizzare le eccellenze enogastronomiche italiane. Saranno coinvolti anche MISE, ICE-Agenzia, CONI, Unioncamere e Assocamerestero.In particolare, nel biennio 2016-2017 le azioni promozionali riguarderanno Stati Uniti, Giappone, Repubblica Popolare Cinese, Federazione Russa, Emirati Arabi Uniti e Brasile.
www.policheagricole.it




Inflazione: deflazione taglia prezzi fino a 43% nei campi


Crollano i prezzi nelle campagne italiane, dal -43% per cento dei pomodori al -27 % per il grano duro fino al -30% per le arance rispetto all’anno scorso. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti su dati Ismea a febbraio 2016 dai quali si evidenzia che la deflazione taglia le quotazioni al di sotto dei costi di produzione e mette a rischio il futuro dell’agricoltura italiana, in occasione della divulgazione dei dati Istat sull’inflazione a febbraio. Anticipo dei calendari di maturazione, accavallamento dei raccolti, varietà tardive diventate precoci, con eccesso di offerta prima e crollo della disponibilità poi, sono questi -sottolinea la Coldiretti - solo alcuni degli effetti dell’andamento climatico anomalo sulle verdure che subiscono anche la pressione delle importazioni, determinate dall’accordi agevolati stipulati dall’Unione Europea. L’accordo commerciale tra Unione Europea ed il Marocco ha provocato l’invasione di pomodori con una crisi senza precedenti della produzione nazionale, che si concentra in Puglia e Sicilia, dove si coltiva il pregiato pomodoro Pachino. L’accordo con il Marocco - sottolinea la Coldiretti - è fortemente contestato dai produttori agricoli perché nel paese africano è permesso l’uso di pesticidi pericolosi per la salute che sono vietati in Europa ma anche perché le coltivazioni sono realizzate in condizioni di dumping sociale per il basso costo della manodopera. Ma a pesare - continua la Coldiretti - sono anche gli effetti dell’embargo Russo che ha azzerato le esportazioni verso il Paese di Putin. In difficoltà - precisa la Coldiretti - anche gli agrumi con una pianta di arance su tre (31%) che è stata tagliata negli ultimi quindici anni, ma si sono anche verificati il dimezzamento dei limoni (-50%) e una riduzione del 18% delle piante di clementine e mandarini. Sotto accusa è il fatto che “a distanza di un anno e mezzo dall’approvazione da parte del Parlamento italiano della legge che aumenta la quantità' minima di succo nelle bibite a base d'arancia dal 12 al 20% non è stato ancora emanato il decreto applicativo.  Ma manca trasparenza anche sulla reale origine dei succhi di frutta in etichetta. Un problema che - conclude la Coldiretti - riguarda anche il grano con un pacco di pasta su tre che viene dall’estero senza alcuna informazione per il consumatore.
www.coldiretti.it



"Aranceto Italia" a rischio, scomparsa una pianta su tre 

Rischia di sparire la spremuta italiana con una pianta di arance su tre (31%) che è stata tagliata negli ultimi quindici anni, ma si sono anche verificati il dimezzamento dei limoni (-50%) e una riduzione del 18% delle piante di clementine e mandarini. L’allarme sulla strage in atto è stato lanciato dalla Coldiretti a Catania nell’ambito della mobilitazione nazionale di migliaia di agricoltori per difendere l’agricoltura Made in Italy che rischia di perdere i prodotti simbolo.

Negli ultimi 15 anni sono andati persi 60mila ettari di agrumi e ne sono rimasti 124mila, dei quali 30mila in Calabria e 71mila in Sicilia. Sotto accusa i prezzi pagati agli agricoltori che non riescono neanche a coprire i costi di raccolta a causa della concorrenza sleale dei prodotti importati dall’estero, in una situazione di dumping economico, sociale ed ambientale.

Il disboscamento delle campagne italiane è il risultato di una vera invasione di frutta straniera con le importazioni di agrumi freschi e secchi che negli ultimi 15 anni sono praticamente raddoppiate per raggiungere nel 2015 il massimo storico di 480 milioni di chili. Ma vanno anche considerate le importazioni di succo dall’estero che arrivano spesso in Italia da Paesi extracomunitari attraverso triangolazioni. Il risultato è un calo dei consumi che sono scesi per le arance sotto i 15 chili a persona all’anno, per effetto di una diminuzione che negli ultimi 15 anni varia da oltre il 20% per le arance ad oltre il 50% per i mandarini, mentre le clementine sono l’unica tipologia di agrumi in leggera crescita.

“Un trend drammatico che ha effetti pesanti sul piano economico e occupazionale per le imprese agricole, ma anche dal punto di vista ambientale e per la salute dei consumatori”, ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare che “occorre intervenire con misure di trasparenza per promuovere i consumi sul mercato interno e favorire le esportazioni. Rendere obbligatoria l’indicazione di provenienza in etichetta della frutta utilizzata nelle bevande e fermare la vendita in Italia delle aranciate senza arance sono le richieste che vengono dalla mobilitazione degli agricoltori della Coldiretti”, ha affermato Moncalvo che ha denunciato il fatto che “a distanza di un anno e mezzo dall’approvazione da parte del Parlamento italiano della legge che aumenta la quantità' minima di succo nelle bibite a base d'arancia dal 12 al  20% non è stato ancora emanato il decreto applicativo. Scelte che peraltro - precisa Moncalvo - sono state fatte volontariamente da alcune imprese del settore che utilizzano solo arance 100% italiane o hanno innalzato il contenuto di succo al 20%.

“Da parte nostra siamo impegnati in uno storico rapporto di collaborazione con l’AIRC (Associazione Italiana Ricerca sul Cancro) con le “Arance della Salute” per consentire la vendita e la distribuzione delle Arance della Calabria raccolte attraverso le strutture di commercializzazione FAI (Firmato Agricoltori Italiani) che rendono possibile un ritorno economico sostenibile per le imprese e una giusta remunerazione dei lavoratori”, ha rilevato Moncalvo nell’annunciare anche "che sta per partire per Dubai il primo carico di arance calabresi, la capitale di uno dei sette Emirati nel 2020 sarà la sede di Expo”.

“Ma serve - conclude Moncalvo - anche rimuovere gli ostacoli strutturali che determinano uno svantaggio competitivo per le nostre imprese, con regole armonizzate sulle importazioni dall’estero dove spesso vengono utilizzati prodotti chimici vietati in Italia, controlli qualitativi più stringenti anche sulla reale provenienza della frutta in vendita, senza dimenticare i costi aggiuntivi dovuti dall’arretratezza del sistema di trasporti”.
www.ilpuntocoldiretti.it



Vino: Coldiretti, 30 anni fa il metanolo; da allora +575% export

Il vino ha fatto segnare nel 2015 il record storico nelle esportazioni che hanno raggiunto il valore di 5,4 miliardi con un aumento del 575% rispetto a 30 anni fa quando erano risultate pari ad appena 800 milioni di euro. E' quanto afferma la Coldiretti in occasione dei 30 anni, il 17 marzo, dallo scandalo del metanolo. Trenta anni fa in seguito alla tragica vicenda l'immagine del Made in Italy alimentare era drammaticamente compromessa in tutto il mondo, ma da quel momento si è registrato un nuovo inizio con la rivoluzione che ha portato il vino italiano alla conquista di storici primati a livello nazionale, comunitario ed internazionale. Il risultato è che oggi nel mondo una bottiglia di vino esportata su 5 è fatta in Italia che si classifica come il maggior esportatore mondiale di vino. Il 66% delle bottiglie di vino esportate dall'Italia sono Dog/Doc o Igt. In termini di fatturato il primo mercato del vino Made in Italy con il valore record delle esportazioni di 1,3 miliardi di euro sono diventati gli Stati Uniti che hanno sorpassato la Germania che rimane sotto il miliardo davanti al Regno Unito con oltre 700 milioni di Euro. Ma negli ultimi anni si sono aperti nuovi mercati prima inesistenti come quello della Cina dove le esportazioni di vino hanno superato gli 80 milioni di euro nel 2015. Nel 2015 rispetto all'anno precedente le vendite hanno avuto un incremento in valore di oltre 13% negli Usa, mentre nel Regno Unito l'export cresce dell'11% e la Germania rimane sostanzialmente stabile. In Oriente le esportazioni sono cresciute sia in Giappone sia in Cina rispettivamente in valore del 2% e del 18%. Negli Stati Uniti sono particolarmente apprezzati il Chianti, il Brunello di Montalcino, il Pinot Grigio, il Barolo e il Prosecco che piace però molto anche in Germania insieme all'Amarone della Valpolicella ed al Collio. "Ora la nuova sfida - afferma il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo è quella di rafforzare e difendere le posizioni acquisite combattendo la concorrenza sleale forte e agguerrita dei produttori internazionali che si concretizza nella vinopirateria con le contraffazioni e imitazioni dei nostri vini e liquori più prestigiosi che complessivamente provocano perdite stimabili in oltre un miliardo di euro sui mercati mondiali".
www.agi.it





EVENTI

Lunedì 21 marzo
Alessandria
– Centro Incontro Galimberti – via Pochettini 12 – ore 17
Tavola rotonda “La cucina antispreco. Troppo cibo nella spazzatura”. Un convegno per riflettere su una delle tematiche che hanno caratterizzato la presenza di Coldiretti ad Expo: trovare una soluzione a questo disagio sociale.
Ufficio Stampa e Relazioni Esterne Coldiretti Alessandria: Ilaria Lombardi - +39 0131 250700 int. 623 - +39 335 7536015 - ilaria.lombardi@coldiretti.it

Mercoledì 23 marzo
Battipaglia (SA)
–Pizzeria 3Voglie – via Serroni 12 – ore 16.30
Presentazione ufficiale del progetto “Amici per la pizza” firmato da Luigi Savino, fotografo per passione con all'attivo un archivio unico sulla storia della pizza napoletana ed i suoi volti. Prenderanno parte al goloso appuntamento tutti i protagonisti delle cene a 4 mani che si svolgeranno a partire dal mese di maggio.
L'ingresso al pomeriggio di presentazione e degustazione è libero e gratuito.
Per accrediti e info: Ufficio Stampa Rosmarino News - direttore@rosmarinonews.it 

Mercoledì 23 marzo
Milano
– Centro Comunicazione Bayer – viale Certosa 130 – ore 18
Presentazione della prima edizione del premio giornalistico “Comunicare la buona agricoltura per una vita migliore” istituito da Club del Marketing e della Comunicazione, la più grande associazione italiana del settore Mar-com. La premiazione sarà occasione di dibattito a talk show sul tema “Comunicare la buona agricoltura per una vita migliore” e vedrà tra i relatori Roberto Rabachino, Presidente dell’Associazione Stampa Agroalimentare Italiana.
E’ richiesto l’accredito.
Info e accrediti
: paola.orfino@bayer.com


CONFERENZE STAMPA

Martedì 22 marzo
Corato (BA)
– Azienda Vitivinicola Torrevento - S.P. 234 Km 10,600 – ore 12.30
Presentazione della prossima edizione di “Enovitis in Campo 2016”, la manifestazione targata Unione Italiana Vini-VeronaFiere, unica nel suo genere, dedicata alla promozione delle tecnologie per la viticoltura.
Per motivi organizzativi è obbligatorio l’accredito.
Segreteria organizzativa Enovitis in Campo
: Carlotta Toffali - Tel: 045-4851408 - Cell: 366-6787294 - Email: c.toffali@uiv.it

Martedì 22 marzo
Milano
– Terrazza Triennale – Osteria con Vista – viale Alemagna Emilio 6 - ore 18
Presentazione di S.Pellegrino Sapori Ticino – 10 Years”, la manifestazione che dal 1° maggio al 19 giugno, per festeggiare i suoi primi 10 anni, ospiterà presso le migliori location del Ticino, 24 appuntamenti di grande cucina per un totale di 60 stelle Michelin.
Per tutti coloro che vorranno partecipare anche in rete, l’hashtag ufficiale è #spst10Years.
E’ richiesto l’accredito.
Ufficio Stampa
: CM Comunicazione Grazia Saporiti - 06.35451213 - 06.35295588/9 - 02.97375954 – 388 1673792 - info2@cmcomunicazioni.com

Mercoledì 23 marzo
Bologna
- Libreria COOP Ambasciatori – via Orefici 19 – ore 18
Presentazione del volume “Pasta madre, pane nuovo, grani antichi” edito da Edagricole. Ricettario illustrato di Antonella Scialdone. Sarà presente l’autrice.
Presentazione pubblica ad ingresso gratuito.
Info:
agricoltura24@newbusinessmedia.net

Mercoledì 23 marzo
Milano
– Bio.it Cucina – Isola Porta Nuova – via F. Confalonieri 8 – ore 18.30
Presentazione del nuovo portale BeActive, ovvero “Vivi il tuo benessere sportivo in Liguria”. In questo sito è possibile trovare più di 200 itinerari di mountain bike trekking e tanto altro.
E’ richiesto l’accredito.
Ufficio Stampa:
Marco Castaldi – Aviareps – Mcastaldi@aviareps.com - tel. 02 43458397 – mobile 349 9153672

Giovedì 24 marzo
Cimadolmo (TV)
– Ristorante Le Calandrine – via Cavalieri di Vittorio Veneto 22 – ore 19
Serata di inaugurazione della rassegna gastronomica “bianco fresco dolce asparago”. A seguire buffet degustazione. Sarà presente anche il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia.
E’ richiesto l’accredito.
Ufficio Stampa
: Agenzia ClapCommunication - info@clapcommunication.it - 3480094663 Marco Leonarduzzi - 3484510176 Albina Podda




Privacy & Cookie Policy