ENTI E MINISTERI

Riforma europea del settore biologico: aspettative, impatti e prospettive

L'incontro si terrà il prossimo 6 giugno a Castelfranco Emilia (Mo), Località Piumazzo, in occasione dell'assemblea generale di bilancio del Consorzio il Biologico

In occasione della 26° Assemblea generale di bilancio, venerdì 6 giugno, ore 11.00 all'Agriturismo “La Lupa” nella Località Piumazzo, Castelfranco Emilia (Mo), Consorzio il Biologico organizza una tavola rotonda sulla “Riforma europea del settore biologico: aspettative, impatti e prospettive”.
Tra i relatori saranno presenti Emanuele Busacca dell'Ifoam Eu Group, Teresa De Matthaeis del Mipaaf, Roberta Chiarini della Regione Emilia Romagna. Moderatore dell'evento sarà Ivano Valmori, direttore di AgroNotizie.
L'incontro offrirà un momento di approfondimento e di riflessione sulle tematiche connesse alla riforma del Regolamento Ce 834/2007, per il settore delle produzioni biologiche. La Commissione europea ha pubblicato a fine marzo 2014 una proposta di regolamento che modifica profondamente l’attuale regolamentazione comunitaria di settore e intende procedere affinché il nuovo regolamento sia pronto per il 2017, nonostante il regolamento vigente sia recente. Contestualmente la Commissione ha prodotto una valutazione di impatto e ha proposto un piano d’azione incentrato sul biologico. A questo proposito, il Mipaaf ha postato sul sito www.sinab.it tutti i documenti prodotti e ha avviato una serie di consultazioni con imprese, loro associazioni, organismi di certificazione e altre autorità nazionali e regionali per pervenire a una posizione nazionale forte e in linea con le esigenze di un Paese che in materia di produzione biologica primeggia a livello Ue.
Questo è ancora più significativo alla luce del fatto che il prossimo semestre di presidenza europea sarà nelle mani dell’Italia e che corrisponderà al semestre immediatamente post elettorale. Un’occasione importante per incidere sulle scelte europee e imprimere alla nuova regolamentazione il punto di vista dell’agroalimentare mediterraneo e, in particolare, di quello italiano che rappresenta uno dei punti di riferimento più importanti a livello internazionale. L’occasione si presenta propizia per presentare le proposte progettuali, tessere un dibattito fra autorità, operatori e tecnici del settore e raccogliere il punto di vista di molte delle imprese più significative che negli ultimi 20 anni hanno contribuito a far crescere il settore biologico italiano e farlo primeggiare a livello mondiale.
Confermare la partecipazione entro il 30 maggio a: gbiguzzi@ccpb.it  - Tel. 051 6089811Per informazioni sul programma clicca QUI

(http://agronotizie.imagelinenetwork.com)

 


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com