ENTI E MINISTERI

Possibilità di pesca per il 2015 nell'ambito della PCP: Comunicazione della Commissione

L'Alleanza Cooperative Italiane Pesca in Audizione in Commissione Agricoltura

È stata presentata l’8 ottobre, in Audizione in Commissione Agricoltura del Senato, la Comunicazione della Commissione al Parlamento Europeo e al Consiglio, concernente una consultazione sulle possibilità di pesca per il 2015 nell'ambito della Politica Comune della Pesca. La Comunicazione stabilisce, per la prima volta dopo l'entrata in vigore della Nuova PCP, i principi di base per la fissazione delle possibilità di pesca per l'anno indicato e fornisce le obbligatorie informazioni (art. 50 del Reg sulla PCP) sui progressi realizzati nel conseguimento del rendimento massimo sostenibile e alla situazione degli stock ittici.
Gilberto Ferrari, intervenuto in audizione a nome dell'Alleanza delle Cooperative italiane Pesca (costituita da AGCI Agrital, Federcoopesca/Confcooperative, Lega Pesca) ha voluto sottolineare l'importanza della ricerca e della raccolta dei dati scientifici nella gestione del sistema pesca europeo, fondamentale presupposto anche per le valutazioni dell'impatto socio-economico dell'attività di pesca. “Se i dati rilevati non sono puntuali, infatti, si rischia di scivolare nei principi di precauzione, già dimostratisi fallimentari”. È necessario inoltre, secondo l'Alleanza, rivedere il rapporto tra Commissione e Stati membri, nel rispetto totale dei principi e degli obiettivi della PCP, ma in un'ottica più collaborativa che vada oltre le "griglie" prestabilite da Bruxelles e non costringa le Organizzazioni professionali a prendere atto di decisioni già prese. In questo senso, Ferrari ha messo in evidenza il ruolo propositivo del MED RAC, a guida italiana, nell'elaborazione e sviluppo dei Piani di gestione. (www.federcoopesca.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com