ENTI E MINISTERI

Mipaaf, partita la campagna informativa: "Lavorare alla luce del sole"

Obiettivo del progetto è informare sui rischi e sulle sanzioni cui vanno incontro i lavoratori irregolari, e mantenere gli utenti aggiornati sulla legislazione in materia.
L'agricoltura italiana è un'eccellenza italiana che tutto il mondo ci invidia. Uno dei settori che ricorre all'utilizzo di nuove tecnologie e a sistemi di produzione sempre più attenti alla qualità e alla trasparenza.
Troppo spesso, però, nelle nostre campagne si registrano episodi di sfruttamento di lavoratori in gran parte provenienti da Paesi extracomunitari, costretti ad accettare condizioni lavorative svantaggiose a danno della loro salute, sicurezza e dignità.
Obiettivo del progetto è informare sui rischi e sulle sanzioni cui vanno incontro i lavoratori irregolari, e mantenere gli utenti aggiornati sulla legislazione in materia.
Nello specifico, le attività di comunicazione sono indirizzate a:
divulgare le normative vigenti e le possibilità che ogni lavoratore immigrato possiede per l'esercizio dei propri diritti;
evidenziare i vantaggi dell'esercizio dei diritti e doveri del lavoratore immigrato e del datore di lavoro;
sottolineare gli effetti negativi di un mancato esercizio dei diritti e doveri del lavoratore immigrato e del datore di lavoro;
responsabilizzare i soggetti che a vario titolo intervengono nel mondo del lavoro e, quindi, favorire la spontanea diffusione di atteggiamenti e comportamenti positivi che contrastino efficacemente il lavoro irregolare in tutte le sue forme e manifestazioni.
Destinatari del progetto "Lavorare alla luce del sole" sono i lavoratori immigrati, i datori di lavoro e tutti i diversi soggetti che comunque, a vario titolo, operano nel mercato del lavoro agricolo e agroalimentare.
Per maggiori informazioni: http://www.lavorareallalucedelsole.it/
(www.aiol.it)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com