ENTI E MINISTERI

Agricoltura: Ue chiede restituzione 57 mln; 7,4 a Italia

Bruxelles ha già recuperato 6,6 mln sui contributi Ue a Italia

L'Italia dovrà restituire alle casse agricole europee 7,4 milioni di euro, essenzialmente per carenze nella gestione del settore ortofrutticolo (2,3 milioni) e per diverse negligenze amministrative (5,11 milioni). In realtà la somma effettiva che Roma dovrà restituire sarà di poco superiore a 800mila euro in quanto Bruxelles ha già recuperato 6,6 milioni sui contributi nelle somme versate all'Italia. Lo annuncia oggi la Commissione europea precisando che globalmente sono quasi 57 i milioni di euro che saranno recuperati per non rispetto delle procedure Ue in 15 Stati membri, oltre all'Italia, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Germania, Spagna, Francia, Lettonia, Ungheria, Polonia, Portogallo, Slovenia, Finlandia, Svezia e Regno Unito.
Il provvedimento rientra nella procedura di liquidazione dei conti (che non indica il periodo di riferimento) sugli aiuti che l'Ue ha versato agli Stati membri. La correzione più elevata riguarda la Francia con un ammontare superiore a 20 milioni.
Per l'Italia, nel settore ortofrutticolo - precisa la Commissione Ue - le carenze riguardano sia i controlli amministrativi e contabili da parte dei produttori, sia la tenuta dei registri delle organizzazioni dei produttori e dei trasformatori rispetto alla contabilità richiesta dalla normativa nazionale. (www.ansa.it)).


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com