ENTI E MINISTERI

Divieto rigetto pesca
Dal 1° gennaio 2015 scatta divieto rigetto sottotaglia: Alleanza Coop organizza seminario su nuova disciplina obbligo di sbarco

Dal 1° gennaio 2015 cambiano le regole in caso di pesca accidentale sotto la taglia minima consentita per acciughe, sgombri, sardine, suri, lanzardi. Lo rende noto il coordinamento pesca dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, precisando che questi prodotti se inferiori alla taglia minima consentita, non potranno più essere rigettati in mare ma ci sarà per il pescatore l’obbligo di sbarco a terra, come previsto dell’articolo 15 del Reg. (UE) n. 1380/2013. Dal gennaio 2019 l’obbligo di sbarco scatterà per altri venti prodotti soggetti a taglia minima.
Allo scopo di prendere in esame e approfondire i temi connessi alla futura gestione della problematica dei “rigetti l’Alleanza delle Cooperative terrà a Roma il 27 febbraio prossimo con inizio alle ore 10 presso la Sala 70 del Palazzo della Cooperazione, in via Torino 146, un seminario su: “Nuova disciplina dell’obbligo di sbarco”
Ai lavori interverrà una qualificata rappresentanza della Direzione generale degli Affari marittimi e della pesca della Commissione Europea, della Direzione generale della Pesca e dell’Acquacoltura del Mipaaf, con la prima partecipazione pubblica del nuovo Direttore generale Riccardo Rigillo. (www.legapesca.coop)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com