ENTI E MINISTERI

Agriturismo: in Italia arriva la classificazione unificata

A 30 anni da prima legge, settore con giro d'affari da 1 miliardo

A 30 anni dalla prima legge che ha disciplinato il settore arriva in Italia la classificazione unificata a livello nazionale delle aziende agrituristiche. E' una delle novità che saranno annunciate ad AgrieTour, il Salone nazionale dell'agriturismo e dell'agricoltura multifunzionale, che si terrà dal 14 al 16 novembre ad Arezzo e anticipate dall'ANSA.L'agriturismo in Italia continua a crescere e ha superato quota 20 mila aziende. Il giro d'affari annuo complessivo supera il miliardo di euro. Ad AgrieTour sarà presentato dal ministro Maurizio Martina anche il nuovo portale istituzionale dell'agriturismo italiano www.agriturismo.italia.gov.it, che sarà operativo in occasione dell'Expo 2015."L'agriturismo italiano - spiega Carlo Hausmann, responsabile tecnico di AgrieTour e tra i partecipanti all'Osservatorio del Ministero delle politiche agricole che ha dato vita alla classificazione - ha un grande futuro nel mondo, il gradimento dei turisti stranieri verso il nostro settore è straordinario, ma è ancora visto come una nicchia per appassionati, c'è davvero bisogno di spiegare bene cosa è questa invenzione tutta italiana, e bisogna saperla raccontare con le parole giuste. L'entrata in funzione del marchio nazionale e della nuova classifica aiuta molto in questo senso perché è un segnale, piccolo ma molto significativo, che lo Stato italiano interviene a garanzia dell'autenticità e della corretta comunicazione del settore. Ed è proprio questa la rassicurazione che chiedono i turisti stranieri che non ci conoscono ancora".Il sistema di classificazione unitario delle aziende agrituristiche rappresenta un'esigenza fortemente avvertita dagli operatori secondo cui l'esistenza di disomogenei regimi di classificazione presenti nelle Regioni italiane caratterizzati dall'uso di differenti simbologie (spighe, margherite, fiori, quadrifogli, etc.) ha generato un certo disorientamento nel pubblico, creando non poche difficoltà al settore, specialmente per quanto riguarda l'immagine dell'agriturismo italiano nei mercati esteri.Ad AgrieTour sono attesi in Toscana gli esperti del settore, i territori italiani con i loro panieri di prodotti tipici, ma soprattutto gli oltre 100 buyer stranieri provenienti da tutto il mondo per studiare il modello italiano, conoscerne l'offerta e promuoverla all'estero.Come al solito non mancheranno le novità anche in questa tredicesima edizione. Torna infatti AgrieTour Bimbi, lo spazio promosso da Agrigiochiamo e dedicato al fenomeno delle Fattorie Didattiche che per questa edizione avanzerà la proposta degli Stati generali del settore.AgriLife, il piacere di vivere in campagna, rafforza la propria offerta non solo limitata ai tanti fornitori per la casa in campagna, ma anche con minicorsi per viverla al meglio. Un'area intera dedicata a tutto quello che serve per migliorare il rapporto con la campagna.L'apicoltura tornerà ad essere protagonista con ApieTour, lo spazio dedicato al settore con forniture e incontri sulla legislazione del comparto.Grande visibilità anche per il cicloturismo, fenomeno in larghissima espansione, che con la seconda edizione di CicloTour metterà in mostra le offerte dei vari territori in riferimento all'agriturismo. Vera novità di questa edizione sarà lo spazio dedicato all'Agricoltura Sociale: AgriSocial, questo il nome dell'area pensata per questo settore dell'agricoltura, punterà a far confrontare le principali realtà italiane di questo segmento in continua evoluzione e oggi in attesa della legge quadro nazionale in discussione al Senato.Ricco il programma delle attività in fiera con circa 30 incontri tra convegni, seminari e approfondimenti tematici. La formazione sarà ancora protagonista con i master sull'agriturismo promossi da AgrieTour e pensati per chi vuole dare vita a una nuova attività, ma anche per chi vuole migliorare la propria. Tornerà anche il Festival Gastronomico, all'interno del quale si svolgerà il Campionato di cucina contadina.  (Cinzia Conti - www.ansa.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com