ENTI E MINISTERI

V.I.V.A. Sustainable Wine

Il progetto per il vino sostenibile del Ministero dell’ambiente e del mondo della ricerca, che coinvolge 9 tra le più importanti realtà produttive d’Italia, diventa un’app che racconta finalità e numeri del progetto

“V.i.v.a. Sustainable Wine”, il progetto nato nel 2011 su iniziativa del Ministero dell’Ambiente e da una cordata di autorevoli partner del mondo della ricerca (Agroinnova, Centro di Competenza dell’Università di Torino, Centro di Ricerca Opera per l’agricoltura sostenibile dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Centro di Ricerca sulle Biomasse dell’Università degli Studi di Perugia) con lo scopo di misurare e migliorare le performance ecosostenibili della filiera vite-vino, a partire dalla sperimentazione su alcuni grandi produttori italiani che aderiscono al progetto (Fratelli Gancia, Masi, Antinori, Mastroberardino, Michele Chiarlo, Castello Monte Vibiano Vecchio, Planeta, Tasca d’Almerita e Venica & Venica), diventa un’app gratuita, per iPhone e Android, capace di identificare il vino ecosostenibile leggendo le etichette apposte sulle bottiglie delle aziende che aderiscono al progetto.
Grazie all’individuazione di quattro indicatori (aria, acqua, territorio e vigneto) le aziende partecipanti hanno potuto misurare l’impatto della loro produzione sull’ambiente, ed intraprendere in tal modo, su base volontaria, un percorso di miglioramento. I dati ottenuti, in corso di validazione da parte di un ente terzo, compariranno sull’etichetta con un valore numerico e grafico. L’app, oltre a descrivere nel dettaglio le finalità, gli obiettivi, i risultati e il team di lavoro del progetto, elenca e descrive tutte le cantine che aderiscono al progetto, dando la possibilità di geo-localizzarle, fornendo indicazioni stradali attraverso le mappe, e descrivendo accuratamente i loro vini, da conoscere tramite approfondite schede-vino. Lo scopo è quello di fornire all’utente un “database” completo e accurato della vitivinicoltura italiana in termini di qualità ed ecosostenibilità.
Il progetto, infatti, incentiva la vitivinicoltura italiana ad intraprendere un percorso green, fornendo alle aziende uno strumento di diagnosi degli impatti del prodotto-vino e ai consumatori una garanzia di assoluta trasparenza per il consumatore. (www.winenews.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com