ENTI E MINISTERI

Agricoltura: contributi UE all'Italia per test di rilevazione di DNA

È stata pubblicata la Decisione di esecuzione della Commissione, del 19 febbraio 2013, concernente un contributo finanziario dell’Unione a favore di un piano coordinato di controllo volto a stabilire la prevalenza di pratiche fraudolente nella commercializzazione di determinati prodotti alimentari.
Allo scopo di attuare il piano coordinato di controllo, adottato dalla Commissione lo scorso 19 febbraio la decisione in oggetto ha stabilito che l’UE contribuirà ai costi sostenuti dagli Stati membri per un importo massimo complessivo €1.357.500.
Per quanto riguarda l’Italia, è stato previsto un contributo totale di €228.000, così ripartito:
-un contributo massimo dell’UE di €45.000 per i test di rilevazione del DNA;
- un contributo massimo dell’UE di €183.000 per i test di rilevazione del fenilbutazone.
La decisione di esecuzione della Commissione è consultabile qui, mentre a questo link è possibile consultare la raccomandazione della Commissione che adotta il piano coordinato di controllo. (www.aiol.it)

 

 


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com