ENTI E MINISTERI

Ue: adozione del Programma di lavoro della Commissione 2014

La Commissione europea ha adottato il Programma di lavoro per il 2014, contenente le nuove iniziative chiave, la lista di proposte legislative su cui le Istituzioni Ue sono già giunte ad un accordo e che sono vicine all’essere adottate definitivamente, ed i programmi di adeguamento della regolamentazione (REFIT). Come ha dichiarato il Presidente della Commissione Barroso, il programma mira a una maggiore focalizzazione sui risultati e sul tentativo di dare attuazione concreta alla strategia Europa 2020. Tra le priorità emergono la lotta contro la disoccupazione giovanile, le iniziative nell’ambito delle unioni monetaria e bancaria e le prospettive di lungo periodo nei settori chiave di energia e clima, politica industriale e stato di diritto.
Nello specifico, le nuove iniziative legislative e non-legislative comprendono l’implementazione della nuova Pac nell’ottica della creazione di nuovi posti di lavoro nelle aree rurali e gestione sostenibile delle risorse naturali, oltre a:
-la revisione del quadro attuale sulla produzione biologica
-la revisione del regime agricolo nelle regioni ultraperiferiche (cfr. news Euroconsulting 16 ottobre 2013)
-la modernizzazione degli aiuti di Stato in settori chiave e un nuovo regolamento generale di esenzione per categoria in agricoltura e silvicoltura.
Inoltre, la lista delle proposte già adottate comprende la revisione:
-della direttiva sui prodotti del tabacco
-dei fondi di investimento a lungo termine
-della libera circolazione dei lavoratori
-degli appalti pubblici.
Infine, tra i programmi di adeguamento (REFIT), si segnala la semplificazione e l’efficienza dei regolamenti sugli aiuti di stato in agricoltura e sul loro impatto sul commercio e la concorrenza, in particolare per le PMI. (www.aiol.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com