ENTI E MINISTERI

Pesca. Manzato: cooperazione transnazionale per valorizzare e salvaguardare il pescato Alto Adriatico. A Garda la pesca in piazza

“Il Veneto ricerca, persegue e per certi aspetti pretende cooperazione per la tutela della pesca e delle risorse ittiche nell’Alto Adriatico, dove oggi si affacciano tre Regioni italiane e Paesi che fanno parte dell’Unione Europea”. Lo ha ribadito l’assessore alla pesca del Veneto Franco Manzato, intervenendo assieme al presidente della IV Commissione consiliare Davide Bendinelli a Garda, in provincia di Verona, alla presentazione della manifestazione “Dal Mare al Lago”.
“La pesca è l’elemento di unione principale e il maggiore fattore che esige coordinamento fra i Paesi che utilizzano l’Adriatico per la loro economia peschereccia e costiera – ha aggiunto Manzato – ed è necessario che il tema sia all’ordine del giorno nei rapporti trilateriali tra Italia, Slovenia e Croazia, Stati che si sono ieri incontrati al massimo livello a Venezia, presente lo stesso presidente del Consiglio Enrico Letta. L’impegno delle Regioni italiane e delle loro marineria deve essere accompagnato da azioni di coordinamento tra tutte le marinerie dell’Adriatico settentrionale, in modo da valorizzare la loro attività con regole e sinergie comuni”. Il riferimento dell’assessore era rivolto anche al sequestro di un peschereccio di Chioggia da parte delle autorità Croate, evento che va inquadrato all’interno di uno scenario per il quale “le nostre marinerie chiedono garanzie di navigazione, protocolli condivisi, sicurezza e correttezza da parte dei colleghi sloveni e croati”.
“Siamo qui a presentare l’ultima tappa della kermesse estiva che promuove i prodotti locali ittici del mare e del lago – ha ricordato dal canto suo Bendinelli – un’occasione importante sia per il settore della pesca, che continua ad attraversare un momento critico, sia per quello turistico sul Lago di Garda e per tutta l’economia del territorio gardesano. La pesca sarà la protagonista indiscussa del week-end della prossima settimana, con i pescatori che per la prima volta saranno anche venditori, senza però dimenticare gli altri prodotti della gastronomia locale e le produzioni vinicole del territorio. Organizzare questa manifestazione il penultimo week-end di settembre a Garda, mentre la stagione turistica è ancora attiva ma si avvicina il periodo autunnale, è strategico – ha concluso il presidente della IV Commissione – per potenziarne l’offerta turistica ed offrire un evento unico, con l’auspicio di riuscire a ripeterlo il prossimo anno”.
La festa “Dal Mare al Lago”, in programma a Garda da venerdì 20 a domenica 22 settembre prossimi, è l’ultimo appuntamento di quest’anno nell’ambito delle iniziative promosse a livello regionale per promuovere il pescato veneto presso ristoratori e consumatori, a fronte di un commercio del pesce che è ormai mondializzato, al punto che oltre il 70 per cento del pesce venduto in Italia proviene dall’estero.
La manifestazione di Garda, aperta a tutti, prevede la degustazione e la vendita di prodotti ittici e agroalimentari di oltre 50 operatori del settore ittico, ed altrettanti del settore vitivinicolo, oltre a produttori di olio d oliva, pane, e prodotti orticoli delle associazioni di categoria. L’ingresso è libero, con stand e assaggi aperti dalle 11 alle 14 e dalle 18 alle 23 di ciascuno dei tre giorni di kermesse.

Ufficio Stampa Regione Veneto
capo.uffstampa@regione.veneto.it



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com