ENTI E MINISTERI

Bilancio Ue 2014, salvi i fondi per l'agricoltura
Il comparto primario esce indenne dal negoziato europeo


L'agricoltura esce indenne dal negoziato europeo che ha permesso all'Ue di raggiungere un accordo sul bilancio 2014. Così, per quanto riguarda gli aiuti diretti agli agricoltori e le misure legate alla produzione agricola l'Ue ha fissato per il prossimo anno stanziamenti "d'impegno" (cioè programmatici) per 43,77 miliardi di euro.
Per i finanziamenti destinati alla politica di sviluppo rurale invece, l'Ue ha fissato un importo totale di 13,99 miliardi di euro per quanto riguarda gli impegni di spesa, e di 11,61 miliardi per i pagamenti che dovranno essere effettuati nel corso dell'esercizio, con una riduzione del livello dei pagamenti di 40 milioni rispetto al progetto iniziale. La variazione tuttavia, non avrà un impatto sul settore in quanto - come spiegano esperti Ue - ridurre i pagamenti mantenendo nel contempo il livello di impegni significa semplicemente ritardare il pagamento delle fatture. L'importante infatti è il livello dei impegni assunti, in quanto é là che risiede la vera decisione di bilancio ed è su quel fronte che l'Ue assume l'obbligo giuridico di versare risorse finanziarie agli Stati membri. (www.ansa.it)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com