ENTI E MINISTERI

Vigneti: De Castro, Parlamento in campo per mantenere diritti di impianto

"Il Parlamento è pronto a fare la sua parte e a lavorare per il mantenimento dei diritti d'impianto per i vigneti oltre il 2015, anno in cui dovrebbero essere liberalizzati secondo quanto disposto dall'OCM vino". Lo ha dichiarato ieri sera il Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale Paolo De Castro in apertura dell’audizione organizzata dal Parlamento sulla liberalizzazione dei vigneti in Europa, iniziativa che ha visto la presenza di numerosi Ministri dell'Agricoltura - tra cui quelli di Italia, Germania e Francia - e di importanti rappresentanti del mondo produttivo. "Una posizione di contrarietà chiara e netta, sulla quale il Parlamento si era espresso a larghissima maggioranza già lo scorso mese di luglio nell'ambito della relazione sulla Pac 2020 e che oggi trova sponda anche tra numerosi Ministri Europei. In tal senso, il trattato di Lisbona e il relativo allargamento della codecisione in materia agricola rappresenta, ancora una volta, uno strumento importante per consolidare l'asse Parlamento-Consiglio. Un asse di cooperazione necessario a tutelare uno dei comparti simbolo e più strategici dell’agricoltura europea. Già domani pomeriggio, ha concluso De castro, così come previsto nell'agenda dei lavori della Commissione Agricoltura, analizzeremo alla presenza di diversi esponenti del mondo scientifico i risultati di uno studio sugli impatti della liberalizzazione dei diritti di impianto nel settore vitivinicolo dell'Unione Europea". (com/bat - www.agenparl.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com