ENTI E MINISTERI

Sostegno ai prodotti agricoli e alimentari

Nel 2000 il Consiglio europeo ha stabilito che l'Unione, attraverso misure di finanziamento, avrebbe potuto contribuire al sostegno in favore di una maggiore informazione e promozione dei prodotti agricoli ed alimentari, sia all'interno del mercato unico che nei paesi terzi e, a tal fine, ha stanziato un budget totale annuo di circa 55 milioni di euro, disponibile a favore di programmi di promozione.

I finanziamenti sono volti a sostenere le pubbliche relazioni e le campagne pubblicitarie e promozionali volte a sottolineare i vantaggi garantiti dai prodotti dell'UE in termini di sicurezza, qualità, igiene alimentare, etichettatura, nutrizione, benessere degli animali e metodi di produzione eco-compatibili.

Il sostegno è volto anche a favore della partecipazione a fiere ed eventi, campagne di informazione riguardo al sistema comunitario relativo alle denominazioni di origine protetta (DOP), indicazione geografica protetta (IGP), specialità tradizionali garantite (STG), sui vini di qualità prodotti in regioni determinate (VQPRD) e in generale sulla qualità nei sistemi di etichettatura e agricoltura biologica.

Il finanziamento dell'UE prevede in generale la copertura fino al 50% dei costi affrontati per tali iniziative. In particolare, tale finanziamento può raggiungere il 60% nel caso in cui il sostegno sia a favore di programmi volti a incentivare il consumo di frutta e verdura da parte dei bambini, oppure per quei programmi relativi al miglioramento dell'informazione sul consumo responsabile degli alcolici e sui pericoli del consumo eccessivo di alcol.

Per poter usufruire di questi finanziamenti, le organizzazioni professionali interessate alla promozione dei prodotti agricoli e alimentari, sul mercato interno e nei paesi terzi, possono presentare le loro proposte agli Stati Membri due volte l'anno. Questi ultimi dovranno successivamente inviare la lista dei programmi selezionati alla Commissione, la quale avrà il compito di valutare e stabilire se potranno o meno beneficiare dei finanziamenti.

Nel quadro del programma di informazione e promozione dei prodotti agricoli e alimentari, nel 2012 alla Commissione europea sono stati proposti 34 programmi da parte degli Stati Membri, i quali sono stati sottoposti a un'attenta procedura di valutazione. Al fine di questa procedura, solo 14 programmi hanno visto l'approvazione per poter usufruire del finanziamento, di cui 10 programmi si rivolgono al mercato interno e i restanti 4 a paesi terzi.

In particolare, due dei programmi che si rivolgono al mercato interno sono stati proposti da più di uno stato membro, invece i programmi relativi ai paesi terzi si rivolgono ai mercati russo, cinese, norvegese, giapponese, del sud est asiatico, del nord America e dell'America latina.

I 14 programmi selezionati riguardano frutta e verdura sia freschi che trattati, latte e prodotti lattiero-caseari, prodotti a denominazione di origine protetta DOP, prodotti a indicazione geografica protetta (IGP), specialità tradizionali garantite (STG), produzioni di olio di oliva, prodotti biologici, orticoltura ornamentale e carne.

Quest'ultima trance di programmi prevede, per un periodo di tre anni, lo stanziamento di un budget complessivo a favore dei programmi per la promozione dei prodotti agricoli nell'Unione europea e nei paesi terzi pari a 53,86 milioni di euro, per i quali il contributo dell'Unione europea corrisponde a 27,15 milioni di euro.

Fabrizio Spada e Giulia Lo Monaco
Rappresentanza a Milano della Commissione europea
+39 02 46 75 141
mail comm-rep-mil@ec.europa.eu
http://ec.europa.eu/italia


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com