ENTI E MINISTERI

Obiettivo: eliminare gli ostacoli ai pagamenti sicuri con carte, Internet e cellulari

Disporre di un biglietto ferroviario virtuale o restituire una somma a un amico grazie al cellulare, fare la spesa online o pagare all'estero con la carta di credito: il modo in cui i cittadini europei fanno acquisti e pagano sta cambiando radicalmente. Un ambiente integrato sicuro e trasparente per i pagamenti in tutta Europa è in grado di creare mezzi di pagamento più efficienti, moderni e sicuri, a beneficio dei consumatori, dei commercianti e dei fornitori di servizi di pagamento.
Su questi temi la Commissione europea ha appena lanciato una consultazione aperta a tutti per identificare gli ostacoli a un'ulteriore integrazione del mercato e i modi per eliminarli. Il termine ultimo per inviare i contributi alla consultazione è l'11 aprile 2012 sul link http://ec.europa.eu/internal_market/payments/cim/index_en.htm.
I pagamenti elettronici sono essenziali per tutti i consumatori, sia in un negozio reale o su internet. Nell'UE sono attive oltre 700 milioni di carte di pagamento, il commercio elettronico offre notevoli opportunità e il numero di smartphone registra una crescita spettacolare. Il Commissario per il Mercato interno e i servizi, Michel Barnier, ha dichiarato in proposito: "L'Europa ha l'opportunità di dare un nuovo senso al concetto di "effettuare un pagamento". Ma oggi il mercato è troppo frammentato. Pagamenti elettronici sicuri, efficienti, competitivi e innovativi rappresentano un elemento essenziale affinché i consumatori, i commercianti e le imprese possano fruire appieno dei vantaggi del mercato unico, stimolando nel contempo la crescita del commercio elettronico."
Il Libro verde valuta l'attuale panorama dei pagamenti per mezzo di carte, internet e dispositivi mobili in Europa, individua i divari fra l'attuale situazione e la visione di un mercato dei pagamenti pienamente integrato nonché gli ostacoli all'origine di tali divari. L'obiettivo è quello di varare un ampio processo di consultazione con le parti interessate al fine di convalidare o integrare l'analisi della Commissione e migliorare l'integrazione del mercato.
I principali problemi individuati nel documento riguardano l'accesso al mercato da parte di nuovi fornitori, la sicurezza dei pagamenti e la protezione dei dati, la trasparenza e l'efficacia della determinazione dei prezzi per i servizi di pagamento, la normalizzazione tecnica e l'inter-operabilità tra i fornitori di servizi.
In altri termini, qual è il modo migliore per attuare i correttivi agli ostacoli identificati in modo da garantire che i vantaggi si realizzino in tempi ragionevoli? La Commissione si era già occupata di pagamenti per mezzo di carte, ma i pagamenti su internet e per mezzo di dispositivi mobili sono relativamente inesplorati.

Matteo Fornara e Francesca Livoti
Rappresentanza a Milano della Commissione Europea
39.02.4675141
matteo.fornara@ec.europa.eu


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com