ENTI E MINISTERI

Salute: on line nuova area open data del Ministero


Il Ministro della Salute, Renato Balduzzi, interverrà oggi pomeriggio alla Seconda giornata nazionale della sanità elettronica organizzata dal Ministero della Salute nell'ambito del Forum PA 2012. ''L'innovazione digitale per la sostenibilità del SSN'' è il titolo dell'appuntamento, che mette l'accento sulla sanità elettronica come necessità strategica per conciliare qualità del servizio e controllo della spesa. Nel corso della giornata - informa il ministero - si farà il punto sul livello di sviluppo e diffusione dell'e-Health sul territorio in base alle esperienze raccolte dalle Regioni, e sulle strategie e sulle azioni da mettere in campo perché l'e-Health divenga una componente strutturale del SSN.
Intanto, da questa sera è online la nuova area Open Data del portale del Ministero (www.dati.salute.gov.it) dedicata alla valorizzazione, promozione e diffusione di dati pubblici prodotti dal Ministero stesso. I primi set di dati disponibili riguardano le ASL e la relativa popolazione, i prodotti fitosanitari (una delle sezioni più visitate del portale), le farmacie, le parafarmacie, i depositi e i grossisti di medicinali, i 50 medicinali senza obbligo di prescrizione o da banco più venduti, gli stabilimenti di trasformazione alimentare, l'elenco dei dispositivi medici.
Nell'area è disponibile anche una serie di strumenti per gli utenti in grado di agevolare l'integrazione dei dati in nuove applicazioni, destinate, in particolare, al settore degli smartphone e tablet (apps).
Con il termine Open Data si fa riferimento ad alcuni tipi di dati (informazioni, numeri, ecc.) che dovrebbero essere liberamente a disposizione di tutti coloro che ne abbiano bisogno per riutilizzarli, pubblicarli e manipolarli senza restrizioni dovute a copyright, brevetti o altri meccanismi di controllo. I dati sono disponibili in formato aperto, standardizzato e leggibile da un'applicazione informatica per facilitare la loro consultazione e incentivare il loro riutilizzo anche in modo creativo, e sono rilasciati attraverso licenze libere per favorirne la diffusione e il riutilizzo da parte di tutti i soggetti interessati. Il decreto semplificazioni 2012 (ora legge 35/2012) definisce gli Open Data come uno dei quattro punti fondamentali dell'Agenda digitale italiana. (com/mpd – www.asca.it)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com