ENTI E MINISTERI

Pesca, Catania: efficacia dei controlli Guardia Costiera dimostrata dai risultati

Il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali commenta i risultati dell’attività operativa delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera in materia di pesca nel primo bimestre del 2012.
“Il quotidiano lavoro di controllo e repressione dei fenomeni di illegalità nel settore della pesca, condotto dagli uomini delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, sta dando i suoi frutti. Lo dimostrano i risultati dell’attività operativa svolta nei primi due mesi del 2012 che evidenziano una forte riduzione delle violazioni riscontrate, sia amministrative che penali, e del prodotto ittico sequestrato rispetto al 2011, a fronte di un numero pressoché identico di controlli effettuati. Ciò significa che l’opera di sensibilizzazione effettuata dal Corpo ai fini della tutela del consumatore e degli operatori del settore ha dato i suoi frutti. Sono convinto che quella intrapresa sia la strada giusta”.
Così il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania ha commentato i risultati dell’attività operativa delle Capitanerie di Porto – Guardia costiera in materia di pesca nel primo bimestre del 2012.
A fronte di un analogo numero di controlli (10.350 contro i 10.600 del 2011) rispetto allo scorso anno, infatti, i militari hanno registrato un calo di oltre il 50% delle violazioni amministrative e penali e del 70% del prodotto ittico sequestrato per violazione alle norme sia nazionali che comunitarie del comparto pesca.
Un’analisi nel dettaglio dei dati a disposizione, infatti, evidenzia come le sanzioni amministrative siano passate da 513 a 261, mentre quelle penali sono scese da 133 a 54; analogo il risultato per quanto riguarda le sanzioni che nel 2011 avevano raggiunto i 755.44 euro mentre nello stesso periodo del 2012 si sono fermate a 325.443. Ancora più evidente la differenza tra i chilogrammi di prodotto ittico sequestrati nel primo bimestre dello scorso anno, 36.603, rispetto a quanto registrato negli ultimi due mesi, ovvero 10.770 kg. (www.aiol.it)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com