ENTI E MINISTERI

Dall'ue 20,5 mln per "frutta nelle scuole"

“All’Italia sono stati assegnati circa 20 milioni e mezzo di euro. Si tratta di un’ottima notizia per il nostro Paese che potrà continuare così il programma comunitario ‘Frutta nelle scuole’ anche per il prossimo anno, proseguendo nella sua importante azione di promozione del consumo di frutta e verdura, con effetti positivi sia per i nostri bambini che per lo stesso comparto ortofrutticolo. Siamo particolarmente orgogliosi dei risultati ottenuti da ‘Frutta nelle scuole’, visto che da quando è nata fino ad oggi, la campagna del Ministero delle politiche agricole ha raggiunto in Italia quasi 3 milioni di bambini e circa 25mila scuole primarie”. Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania, commenta l’approvazione avvenuta oggi da parte della Commissione europea della proposta di regolamento comunitario con il quale vengono assegnati i fondi agli Stati membri che partecipano a ‘Frutta nelle scuole’, introdotta dal regolamento (CE) n.1234/2007.
Alle risorse stanziate dall’Ue, si aggiungeranno i fondi nazionali cofinanziati dal Ministero dell’Economia e delle finanze dal fondo di rotazione IGRUE, con i quali si prevede di raggiungere un totale di oltre 35 milioni di euro, permettendo così di coinvolgere per la prossima edizione più di 1 milione di bambini tra i 6 e gli 11 anni.
Per il 2012-2013 sarà possibile quindi proseguire per il quarto anno consecutivo la campagna di sensibilizzazione del Mipaaf, finalizzata a formare e consolidare sane abitudini alimentari fin dall’infanzia, attraverso diverse attività formative e la somministrazione di prodotti ortofrutticoli freschi, scelti col criterio di stagionalità e privilegiando frutta e verdura di qualità certificata (DOP, IGP e biologici), coinvolgendo, oltre agli alunni delle scuole primarie di tutte le Regioni italiane, anche i loro genitori e insegnanti.
Lo rende noto il Mipaaf. (com-cri - www.agenparl.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com