ENTI E MINISTERI

"Connecting Europe Facility network": nuovi investimenti in trasporti, energia e internet

A seguito della proposta per il "Multiannual Financial Framework" del 29 giugno 2011, la Commissione ha lanciato l'idea di creare una "Connecting Europe Facility Network".
"Connecting Europe" è un nuovo piano d'investimenti da 50 miliardi proposto dalla Commissione per investire nel campo dell'energia, dei trasporti e del web. Il nuovo piano è stato pienamente promosso dalle grandi imprese europee che ne potranno beneficiare nel periodo 2014-2020. Questo piano ha la capacità di diventare uno strumento chiave per promuovere e potenziare a livello europeo il funzionamento dei singoli mercati nazionali e spingere la crescita, il mercato del lavoro e la concorrenza in un'ottica di sviluppo sostenibile.
Il Presidente della Commissione José Manuel Durao Barroso ha dichiarato che l'Europa ha bisogno di una forte rete d'interconnessioni che spinga la crescita europea capace di creare effetti positivi anche sul mercato del lavoro. Troppo spesso i cittadini e gli imprenditori si trovano in difficoltà per la scarsa e incompleta rete d'infrastrutture. Questa iniziativa propone una soluzione europea a un problema europeo focalizzando l'attenzione su infrastrutture strategiche e innovative apportando un valore aggiunto tipicamente europeo che i partecipanti alla conferenza hanno particolarmente apprezzato. "Connecting Europe Facility" aiuterà notevolmente la realizzazione di nuove infrastrutture nell'obiettivo di promuovere la crescita senza dimenticare che viviamo in una società globalizzata e tenendo conto della strategia "Europa 2020".
I singoli sforzi realizzati a livello nazionale non hanno la forza necessaria per rilanciare le infrastrutture, specialmente in un periodo di crisi come quello attuale. Da questo piano ci si aspettano importanti investimenti privati, facilitati da innovativi strumenti finanziari, con un orientamento più sicuro e a lungo termine.
Molti hanno fatto notare che i progetti già esistenti proposti dall'Unione europea hanno chiaramente dimostrato i benefici e il valore aggiunto che portano; ad esempio la nuova linea elettrica che connette l'Irlanda al Regno Unito.
Il mercato europeo ha bisogno di una rete efficiente e sostenibile che connetta tutti i paesi membri e ne potenzi le capacità per rendere l'economia europea più sostenibile ridurre le emissioni di gas contaminanti.
La politica di coesione portata avanti dalla Commissione si allaccia molto bene a questa nuova rete che promuove la competitività all'interno degli Stati. È un nuovo modo di pensare gli investimenti che beneficerà tutti, fornendo connessioni che renderanno più facile lavorare e viaggiare, allargherà le opportunità di business e rafforzerà la sicurezza energetica, rendendo l'economia europea ancora più verde.
Il dialogo ha mobilitato diversi stakeholder e influenzato in maniera positiva le negoziazioni che si svolgeranno all'interno del Consiglio europeo il 22-23 Novembre sul Multiannual Financial Framework per lanciare finalmente il progetto pilota.

Fabrizio Spada e Diana Caputo
Rappresentanza a Milano della Commissione europea
tel. +39.02.4675141
comm-rep-mil@ec.europa.eu



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com