ENTI E MINISTERI

Cambiamento climatico: la Commissione chiede a Italia e Malta di conformarsi alla legislazione UE sui gas fluorurati
La Commissione europea chiede a Italia e Malta di conformarsi alle regole dell’UE in materia di gas fluorurati, che sono potenti gas a effetto serra che contribuiscono al riscaldamento del pianeta.

I gas industriali fluorurati sono utilizzati in diversi tipi di prodotti e applicazioni, soprattutto come sostituti per sostanze che distruggono l’ozono quali i clorofluorocarburi (CFC), gli idroclorofluorocarburi (HCFC) e gli halon, che sono in via di graduale eliminazione a come stipulato nel protocollo di Montreal. Sebbene i gas fluorurati a effetto serra non distruggano l’ozono, hanno un potenziale elevato di riscaldamento del pianeta, in alcuni casi migliaia di volte superiore a quello del biossido di carbonio (CO2), il principale gas ad effetto serra.
Il regolamento su taluni gas fluorurati ad effetto serra, che è stato completato da dieci atti di esecuzione in forma di regolamenti della Commissione, segue due linee di azione. La prima consiste nell'evitare l'uso di gas fluorurati ad effetto serra nelle applicazioni per le quali sono disponibili alternative più favorevoli all’ambiente ed efficaci sotto il profilo dei costi, le misure includono quindi anche restrizioni sulla commercializzazione e sull'uso di alcuni gas fluorurati ad effetto serra. La seconda linea di azione consiste nel ridurre le perdite da apparecchiature contenenti gas fluorurati ad effetto serra, le misure comprendono: l’etichettatura delle apparecchiature contenenti gas fluorurati ad effetto serra, la formazione e la certificazione di società e personale che maneggiano tali gas, il contenimento e il recupero.
Contrariamente a quanto previsto dal regolamento, Italia e Malta non hanno notificato alla Commissione i propri requisiti di formazione e certificazione per le società e il personale partecipanti ad attività concernenti i gas fluorurati ad effetto serra. L’Italia non ha notificato neppure le sue regole in merito alle sanzioni applicabili in caso di violazione delle disposizioni del regolamento.
Su raccomandazione di Connie Hedegaard, commissaria responsabile per il portafoglio Azione per il clima, la Commissione invia un parere motivato a entrambi i suddetti Stati membri chiedendo loro formalmente di adottare provvedimenti per garantire il pieno rispetto del regolamento UE su alcuni gas fluorurati ad effetto serra, in mancanza di una risposta soddisfacente entro due mesi, la Commissione potrebbe adire la Corte di giustizia dell'UE.

Fabrizio Spada e Valentine Arino
Rappresentanza a Milano della Commissione europea
Commissione europea
+39 02 46 75 141
comm-rep-mil@ec.europa.eu
http://ec.europa.eu/italia


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com