ENTI E MINISTERI

Ue: il Parlamento propone un piano per la salvaguardia delle risorse idriche

L'accesso all'acqua dovrebbe essere un diritto universale e fondamentale, secondo i deputati che hanno approvato una risoluzione non legislativa martedì. Il testo propone una tariffazione dei servizi idrici più trasparente, una migliore gestione delle acque reflue, bandiere blu per i fiumi e condizioni sul risparmio idrico per i sussidi all'agricoltura e al settore dell'energia. L'acqua è una risorsa condivisa e un bene pubblico e l'accesso all'acqua dovrebbe costituire un diritto universale e fondamentale, sostengono i deputati in una risoluzione preparata dal relatore Richard Seeber (PPE, AT). Per i deputati, la riduzione del consumo di acqua dovrebbe essere una priorità, e insistono sulla necessità di effettuare un'analisi delle condizioni della rete idrica europea, "data la possibilità che fino al 70% dell'acqua fornita alle città europee può andare persa per via di fughe nel sistema idrico". L'Aula afferma inoltre che "nell'Ue si perde all'incirca il 20% di acqua a causa dell'inefficienza". (www.aiol.it)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com