ENTI E MINISTERI

Ue: bene l’accordo ortofrutta
La Cia esprime soddisfazione per l’intesa tra il ministro Catania e il commissario Ciolos. Nuove regole per prevenire già da quest’anno eventuali crisi di mercato.
 
Viva soddisfazione viene espressa dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori per l’importante e significativo accordo sulle tematiche dell’ortofrutta raggiunto a Bruxelles tra il ministro delle Politiche agricole Mario Catania e il commissario Ue all’Agricoltura Dacian Ciolos, a latere del Consiglio dei ministri europei.
Il rappresentante del governo italiano, insieme ai ministri di Francia, Spagna, Grecia e Portogallo, negli ultimi mesi ha perseguito tenacemente l’obiettivo -rileva la Cia- di ottenere risposte positive dalla Commissione Ue su una serie di interventi immediati di rafforzamento e miglioramento nella gestione delle crisi di mercato, vero nodo critico del settore ortofrutticolo italiano ed europeo.
Dopo numerose risposte negative da parte dello Chef d’Unite, Emmanuel Jacquin, si è raggiunto finalmente un primo vero risultato con l’accordo che prevede alcune modifiche alla regolamentazione attuale dell’Ocm ortofrutticola, che potranno partire già dal prossimo mese di maggio.
L’importanza di questo accordo -ribadisce la Cia- risiede, quindi, proprio nel tentativo di prevenire già da quest’anno eventuali crisi della frutta estiva (soprattutto delle pesche), con nuove regole incentrate soprattutto sull’innalzamento delle indennità di ritiro, prendendo come riferimento i costi effettivi a livello produttivo, e sull’estensione dei quantitativi massimi ammessi di prodotto nel singolo anno di gestione. (www.cia.it)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com