ENTI E MINISTERI

Sicurezza alimentare, gemellaggio italia-israele

L'Italia farà da 'consulente' al governo israeliano per il rinnovo della legislazione in tema di sicurezza alimentare e veterinaria. L'accordo è stato firmato a Tel Aviv e prevede che il ministero della Salute italiano e quello dell'Agricoltura israeliano lavorino fianco a fianco per aggiornare le leggi e le procedure dello stato ebraico nei settori della veterinaria e degli allevamenti, in modo da adeguarle agli standard previsti dall'Unione europea. Leader del progetto, fortemente sostenuto da Bruxelles, sarà la dottoressa Gaetana Ferri. Nel corso della cerimonia di firma, a cui era presente anche l'ambasciatore italiano, Luigi Mattiolo, le autorità israeliane hanno sottolineato le grandi sfide che la sicurezza alimentare pone a Israele, terra di confine tra continenti e per questo più esposta al rischio di epidemie, ma anche terra di modernità e tradizione, dove sistemi di produzione tradizionali coesistono con quelli all'avanguardia.
Le attività di formazione faranno capo al dottor Federigo Santini, referente locale del progetto, e avranno una durata prevista di 18 mesi. (www.agi.it) 



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com