ENTI E MINISTERI

VeronaFiere e Unione Italiana Vini: via ad accordo strategico-operativo
Obiettivo: delineare format di promozione su misura delle specifiche esigenze delle aziende e attivare reti di relazioni e partnership virtuose tra queste e i propri target di riferimento. L’intesa firmata a Roma alla presenza del ministro Mario Catania

La promozione e valorizzazione del vino italiano nel mondo si arricchisce di nuovi strumenti e opportunità grazie all’accordo strategico e operativo siglato oggi a Roma tra VeronaFiere e Unione Italiana Vini, che integrerà le competenze specifiche maturate dai due enti nel supporto all’internazionalizzazione delle aziende vitivinicole italiane.
L’intesa, firmata alla presenza del ministro delle Politiche agricole Mario Catania, intervenuto al consiglio di amministrazione di Unione Italiana Vini, ha una durata triennale (2012-2014) e prevede per il primo anno di svolgimento lo sviluppo di un’articolata serie di interventi di consulenza e comunicazione da parte di Unione Italiana Vini a supporto delle attività che VeronaFiere svolge nel corso dei Vinitaly World Tour.
Più in dettaglio, grazie alla consolidata esperienza di UIV nell’interpretare e anticipare i bisogni delle aziende della filiera in fatto di promozione presso nuovi mercati, si opererà attraverso azioni di “monitoraggio dei bisogni” – soprattutto attraverso focus territoriali - e “soluzioni a misura d’impresa”. Obiettivo finale: delineare format di sviluppo del modello Vinitaly World Tour sempre più vicini alle necessità delle aziende e creare ed attivare reti di relazioni e partnership virtuose tra le aziende e i player del mercato, loro target di riferimento, grazie a un’articolata attività di comunicazione, informazione e formazione.
“Unione Italiana Vini, attraverso le sue diverse Business Unit (laboratori, editoria e fiere), è in grado di monitorare al meglio la costante evoluzione dei bisogni delle aziende vitivinicole – ha dichiarato Lucio Mastroberardino, presidente UIV, alla firma dell’accordo - strutturare poi questi driver di sviluppo all’interno di soluzioni e modelli oggettivamente codificati rappresenta un approccio di successo ai nuovi mercati”.
“VeronaFiere ha tra i suoi obiettivi quello di essere una piattaforma del made in Italy all’estero, grazie alle numerose iniziative delle sue principali manifestazioni, in primis Vinitaly, nei più interessanti mercati internazionali – ha affermato Ettore Riello, presidente di VeronaFiere -. Ora siamo nella seconda fase di sviluppo, che mira al radicamento nelle aree geo-economiche di maggior impatto, che sono Cina, India, Brasile e Stati Uniti”.
“Questo nuovo accordo tra VeronaFiere e UIV – ha dichiarato Giovanni Mantovani, direttore generale di VeronaFiere - è il naturale proseguimento di una collaborazione con Uiv che, attraverso la rete di servizi e contatti rappresentata da Vinitaly in the World, ha dato i suoi frutti positivi nella promozione del vino italiano nel mondo. È anche la conferma che la sinergia è l’unica formula possibile per dare da un lato risposte efficaci ai produttori che con sempre maggiore impegno affrontano i mercati internazionali e, dall’altro, un forte segnale di coesione del Sistema Vino italiano all’estero”.
“Esprimo apprezzamento per questo positivo accordo – ha commentato il ministro Mario Catania – siglato da due soggetti qualificati come Unione Italiana Vini e VeronaFiere, un accordo che va nella direzione giusta per il comparto vitivinicolo”.
L’accordo è aperto a ospitare e integrare competenze di altri autorevoli soggetti operanti nella promozione del vino italiano nel mondo per dar vita a un vero e proprio “Sistema-Italia”.

Ufficio Stampa
Unione Italiana Vini
Tel. 02 7222281
ufficiostampa@uiv.it

Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com