FATTI E PERSONE

Ue proroga a marzo 2014 limiti import cibo Giappone
A due anni dall'incidente alla centrale nucleare di Fukushima

L'Europa ha prorogato fino al 31 marzo 2014 le misure di prevenzione sulle importazioni di prodotti alimentari e di mangimi dal Giappone, in seguito all'incidente, due anni fa, alla centrale nucleare di Fukushima.
Il Comitato europeo per la sicurezza alimentare e animale, riunitosi oggi a Bruxelles, ha infatti deciso di mantenere in vigore le restrizioni attuali per la zona di Fukushima, e di modificare leggermente le misure di controllo per le altre aree interessate (Shizuoka, Gunma, Ibaraki, Tochigi, Miyagi, Saitama, Tokyo, Iwate, Chiba and Kanagawa).
La situazione, sulla base dei risultati di un nuovo monitoraggio, sarà quindi riesaminata dagli esperti europei poco prima del 31 marzo 2014. (ANSA).



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com