FATTI E PERSONE

Troppo spreco di cibo in ospedale
Quasi metà dei pasti buttata. Il ministro della Salute vorrebbe destinarla al Banco alimentare

Circa il 40% dei pasti forniti ai pazienti in ospedale finisce nella spazzatura secondo l'allarme dell'Associazione nazionale delle aziende per la ristorazione collettiva. Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha dichiarato che intende occuparsi del problema: "Ho dato mandato ai miei direttori generali di studiare un piano di monitoraggio ma anche di recupero dei pasti in ospedale, che potrebbero essere riutilizzati con il Banco Alimentare".
Sprechi alimentari - L'Angem ha avviato l'Osservatorio della ristorazione collettiva e nutrizione, con l'obiettivo di fare una mappatura aggiornata degli sprechi. Ilario Perotto, presidente dell'associazione ha spiegato che una "giornata alimentare" in ospedale, indica tra i motivi degli sprechi anche la scarsa varietà dei menu e gli orari in cui vengono serviti i pasti "che spesso non coincidono con le esigenze del paziente ricoverato, che magari al momento del pasto è impegnato in visite ed esami".
Il ministro Lorenzin ha parlato di un progetto in corso per evitare che il cibo finisca in pattumiera: "C'è un tema di qualità e di costi dei pasti negli ospedali ma c'è anche quello del moltissimo cibo che è buttato via o sprecato, e che potrebbe essere riutilizzato". (www.tgcom24.mediaset.it)

 


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com