FATTI E PERSONE

Crisi: Coldiretti, nei supermercati furti oltre quota 3 mld l'anno

I furti nei supermercati in Italia hanno superato il valore di 3 miliardi di euro all'anno favoriti anche dalla crisi che spinge a rubare per soddisfare i più elementari bisogni e le più tradizionali abitudini. E' quanto afferma Coldiretti commentando in una nota lo studio di Bankitalia dal quale emerge come una riduzione del 10% dell'attività economica a livello locale produce un aumento del 6% dei furti. Secondo una analisi di Coldiretti sui dati ''Barometro dei furti nella vendita al dettaglio'' del Centre for Retail Research, nel 2011 in Italia ci sono stati furti per una media di oltre 150 euro per famiglia all'anno, pari all'1,39% del totale delle vendite al dettaglio nei supermercati. Nella lista dei prodotti che scompaiono più facilmente dagli scaffali dei supermercati ci sono - riferisce Coldiretti - i prodotti per la barba, accessori per l'abbigliamento, formaggi, giacche e cappotti, carne e profumi. Si tratta di merce più facile da nascondere in borse, borsette o nelle tasche, ma che può anche essere comodamente indossata sperando di farla franca. In Italia sono presi particolarmente di mira le specialità alimentari come il Parmigiano reggiano e il Grana padano che attirano i ''topi'' di supermercato, ma anche i salumi di qualità e i vini o i liquori. Sono, peraltro, i formati già porzionati o confezioni di dimensioni ridotte - continua Coldiretti - quelli più apprezzati, mentre crescono anche i furti dei preaffettati e dei pregrattugiati. Ad aumentare sono però anche i furti di prodotti agricoli nelle campagne, dalle insalate alla frutta ma anche animali dalle pecore alle galline. Un segno dei tempi con la crisi che, oltre a cambiare le priorità di spesa degli italiani, modifica anche gli obiettivi dei furti in un Paese come l'Italia dove - rileva la Coldiretti - la spesa per l'alimentazione raggiunge quasi il 19% del totale. Si moltiplicano, infatti, le segnalazioni di furti alla Coldiretti che colpiscono indistintamente tutte le produzioni commestibili. Da qui la richiesta dell'associazione di categoria un rafforzamento dell'attività di controllo delle forze dell'ordine sul territorio. (com-stt/mau – www.asca.it)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com