FATTI E PERSONE

Inflazione: Coldiretti, storico crollo spesa, vino -7% e frutta -4%

Mai così pesante il crollo della spesa in Italia, con le famiglie che hanno svuotato il carrello dei prodotti base per l'alimentazione dalla frutta (-4%) al pesce (-5%), dalla carne bovina (-6%) al vino (-7%) fino all'olio di oliva (-8%). E' quanto afferma la Coldiretti sulla base dei dati Ismea del primo trimestre nel commentare l'andamento dell'inflazione nel mese di maggio 2013 diffuso dall'Istat dal quale si rileva che i prezzi per gli alimentari sono cresciuti del 3,1 per cento.

Per Coldiretti, il basso tasso di inflazione riflette il clima di depressione nei consumi evidenziato anche da Confcommercio e che ha costretto sette famiglie su dieci a modificare la quantità e la qualità dei prodotti. L'aumento degli acquisti a basso prezzo se da un lato ha favorito il contenimento dell'infrazione dall'altro - precisa Coldiretti - ha privato gli italiani di alimenti essenziali per l'alimentazione.

Secondo quanto esaminato dall'organizzazione, il risultato è infatti che il 12,3% degli italiani non è stato in grado di sedersi a tavola con un pasto adeguato in termini di apporto proteico almeno una volta ogni due giorni con conseguenze gravi anche per la salute. Da segnalare peraltro l'effetto maltempo con una primavera impazzita che ha fatto aumentare i prezzi del 9,4% per la frutta mentre i vegetali freschi nel complesso crescono del 9,9% su base annua nel mese di maggio.

Gli incrementi dei prezzi dei vini del 4,4%, del 4,3% dell'olio d'oliva mentre - conclude la Coldiretti - il prezzo del pesce fresco di mare di pescata è in calo dello 0,9 per cento rispetto allo scorso anno. (www.asca.it)

 


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com