FATTI E PERSONE

Vendemmia in calo ma per il vino l’Italia supera i francesi e balza in vetta

Nel 2012 il nostro Paese diventato il primo produttore mondiale di vino con un raccolto stimato in 40,8 milioni di ettolitri nel 2012, sorpassando la Francia, leader storico nella produzione enologica mondiale. È quanto risulta dal bilancio stilato da Confagricoltura sulla vendemmia di quest’anno che si è praticamente conclusa per la quasi totalità delle uve in tutta Italia, dove si è registrato un calo del 3 per cento rispetto allo scorso anno ma una buona qualità. Un contenimento produttivo che tuttavia mette in evidenza la Coldiretti - ha consentito il sorpasso rispetto ai concorrenti francesi dove il raccolto è crollato di ben il 19 per cento a 40,5 milioni di ettolitri, con punte del 26 per cento per lo champagne, secondo le rilevazioni Oiv, organizzazione mondiale della vigna e del vino. Al terzo posto si colloca la Spagna (-6 per cento) con 31,5 milioni di ettolitri prodotti nel 2012. (c.p. - www.repubblica.it)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com