FATTI E PERSONE

Natale: Coldiretti, la Toscana alluvionata si salva a tavola

Arrivano i cesti solidali con i prodotti tipici strappati al fango

La Toscana alluvionata si salva anche partendo dalla tavola con l’acquisto dei prodotti tipici della campagna strappati al fango. E’ quanto afferma la Coldiretti che attraverso la rete degli agricoltori di Campagna Amica offre la possibilità di acquistare in tutta Italia, in vista del Natale, alcune delle migliori specialità che hanno reso la Toscana celebre in tutto il mondo.
Pecorino, olio toscano Igp, vini Morellino di Scansano della Maremma e Candia dei Colli Apuani, ma anche miele e conserve di pomodoro per aiutare le aziende agricole alluvionate potranno essere acquistati per tutto il weekend direttamente dagli agricoltori toscani e degli altri territori colpiti giunti nella Capitale in via Tiburtina 695 dove è stato inaugurato il nuovo mercato di Campagna Amica, con la presenza del presidente della Coldiretti Sergio Marini e della neo eletta Miss Italia Giusy Buscemi. Ma si prevede anche la possibilità di acquistare cesti di Natale solidali per tutte le tasche con i prodotti provenienti dalle zone alluvionate. Sul sito www.coldiretti.it sarà possibile, attraverso un link che si collega direttamente al portale di Campagna Amica, ordinare i cesti della solidarietà sia telefonicamente allo 06/4682371-503 che tramite mail all’indirizzo cestisolidali@cpca.it. La scelta riguarda tre diverse opzioni di cesti solidali.
Una iniziativa apprezzata dagli italiani che nonostante la crisi, infatti, in un caso su tre (32 per cento) si dimostrano attenti ai meno fortunati anche nel momento di fare la spesa con l’acquisto di prodotti solidali, secondo una indagine Coldiretti/Swg.
L’alluvione - sottolinea la Coldiretti - ha colpito un territorio che trova nell’agroalimentare un suo punto di forza con un sistema produttivo fortemente orientato alla qualità e alla tipicità che vanno dal cerealicolo al pomodoro da conserva, dai vini di qualità all’extravergine di oliva, ma anche ai formaggi di pecora, ai salumi di cinghiale, alla carne bovina di razza maremmana. Acquistare questi prodotti significa rimettere in moto una filiera che garantisce opportunità economiche e lavoro, ma anche sostenibilità ambientale. Una opportunità che può essere colta acquistando questi prodotti attraverso la rete di vendita diretta degli agricoltori di Campagna Amica, ma anche scegliendo questi luoghi come meta delle vacanze, magari soggiornando negli agriturismi di Terranostra dove più gelosamente sono mantenute le tradizioni alimentari.
“Comperare prodotti del territorio direttamente dagli agricoltori è il miglior modo per far ripartire l’economia nei territori colpiti dall’alluvione dove sono a rischio migliaia i posti di lavoro”, ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini nel ricordare che “sono oltre quattromila le aziende agricole finite sott’acqua che cercano di ripartire dopo l’ondata di maltempo che ha provocato allagamenti, frane e smottamenti che hanno colpito le coltivazioni agricole, ma anche causato la morte di animali, devastato stalle, serre, cantine e impianti di trasformazione alimentare, dalla Toscana all’Umbria fino al Lazio”. (www.coldiretti.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com